RSS

Archivi tag: ENERGY DRINK

ENERGY DRINK – Dopo 18 morti sospette la Fda intraprende una seria valutazione dei rischi


DOPO 18 DECESSI E 150 RICOVERI SOSPETTI

La Food and Drug Administration ha forse deciso di cambiare atteggiamento nei confronti degli energy drink e, sopratutto, della caffeina contenuta, affrontando tutta la vicenda con un approccio più scientifico. L’agenzia – in una risposta data a due senatori che da mesi la interrogano sull’argomento – ha appena manifestato la volontà di affidare a un panel di esperti indipendenti la valutazione dei possibili rischi di queste bevande.In primo luogo per i ragazzi e in particolare quelli che hanno qualche problema di salute, noto o meno che sia i limiti di caffeina da consigliare o imporre, le interazioni con altre bibite (soprattutto se contenti alcol) o con i farmaci.Si tratta solo di un primo passo, anche perché a detta della stessa Agenzia il rapporto di causa-effetto tra caffeina e morti o ricoveri non è stato dimostrato al di là di ogni dubbio, ma l’iniziativa indica che qualcosa sta forse cambiando. In precedenza l’ente aveva compiuto qualche indagine interna soprattutto sui marchi che più di frequente sono stati associati a possibili rischi come 5-Hour Energy, Monster Energy e Red Bull, senza però giungere mai a pronunciamenti espliciti e soprattutto chiari.

ORA GRAZIE ALL’INTERVENTO DI SPECIALISTI

provenienti dall’Institute of Medicine e dalla National Academy of Science, la situazione potrebbe cambiare, come avvenuto altrove.Un esempio è il Canada dove l’intervento di consulenti indipendenti ha portato le autorità a compiere studi approfonditi, soprattutto per alcune categorie di possibili clienti quali i giovani con certe patologie cardiache.Inoltre è stato introdotto l’obbligo della dicitura in etichetta “contiene sostanze stimolanti” e a valutazioni sui possibili accumuli tra la caffeina assunta con gli energy drink e quella bevuta normalmente con il caffè o il tè.Nonostante non siano state introdotte raccomandazioni specifiche, si sono stabiliti dei limiti: ogni lattina può contenere al massimo 180 milligrammi di caffeina, un valore comunque superiore a quello di un bicchiere di caffè all’americana che, a seconda di come viene fatto, ne contiene da 100 a 150 e anche superiore alle lattina più grandi di energy drink vendute negli Stati Uniti come quella da 24 once (circa 680 ml) di Monster Energy e quella da 20 once (circa 560 ml) di Red Bull.

INFINE LA FDA HA AFFERMATO  

di voler procedere a indagini indipendenti anche su altri ingredienti degli energy drink quali la taurina, per verificarne la sicurezza.I produttori, per ora, non sembrano affatto preoccupati e hanno ribadito la totale sicurezza delle loro bibite, sottolineando anzi il fatto che ogni regola chiara per loro è un valore aggiunto, perché definisce meglio i confini entro cui muoversi.Tuttavia, quando si pensa a indagini come quella condotta da Consumer Report, che ha rivelato quanto poco affidabili siano le quantità di caffeina dichiarate, c’è da dubitare del fatto che una legislazione più severa non avrebbe ripercussioni anche sulle ricette.

Fonte : http://www.ilfattoalimentare.it
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

 
1 Commento

Pubblicato da su 2 gennaio 2013 in Multinazionali

 

Tag: , , ,

ENERGY DRINK- DUE MORTI SOSPETTE IN FRANCIA


L’AGENZIA SULLA SICUREZZA ALIMENTARE FRANCESE HA MESSO SOTTO LA LENTE DI INGRANDIMENTO LA MORTE DI DUE PERSONE

La causa? Un attacco di cuore dopo aver bevuto una bevanda energetica.La Francia, a differenza del nostro paese, ha aperto alla vendita di una delle più famose bevande energetiche, la Red Bull, soltanto nel 2010. Fino ad allora, era stata proibita da una relazione dell’AFSSA risalente al 2003. Dopo una serie di esperimenti i ricercatori avevano osservato “effetti negativi neuro-comportamentali” sui topi da laboratorio.Come riporta mnews.it “gli effetti di queste bibite sono semplici da spiegare: sono destinate a fornire energia al consumatore utilizzando alcuni tipi di sostanze stimolanti e per tali motivi non devono essere confuse con le bevande energetiche destinati agli atleti per gli intensi sforzi perché forniscono minerali, essenziali per la reidratazione di sali e calorie.

QUESTE STESSE BEVANDE

Sono composte principalmente di zucchero, di sostanze stimolanti come la caffeina, taurina e glucuronolattone. La rinnovata energia che percepisce il consumatore deriva principalmente dallo zucchero e dalla caffeina che compongono le bevande. Essi contengono 8 grammi di caffeina per dose. Tuttavia, come è noto la caffeina è uno stimolante che consumato in dosi elevate, può essere dannoso.”L’Agenzia per la sicurezza alimentare francese ha comunicato mercoledì scorso di aver ricevuto la segnalazione di due casi di morte per infarto in connessione con il consumo di bevande energetiche. Al momento, le indagini sarebbero in corso.Dal 2008, queste bevande vengono monitorate. Da allora si sono identificati 24 casi di effetti collaterali segnalati, per tredici dei quali ci sarebbe “un possibile o probabile nesso di causalità”, ha sottolineato l’agenzia della sicurezza alimentare. Sono stati segnalati effetti al cuore (disturbo del ritmo: tachicardia), neurologici (crisi di epilessia, tremore, vertigini) e psichiatrici (ansia, agitazione, confusione).

Fonte: Cadoinpiedi

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
1 Commento

Pubblicato da su 12 giugno 2012 in Attualità

 

Tag: , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: