RSS

Archivi tag: distruzione

INFLUENZA – Ritirati 65 mila vaccini


ROMA – Il Ministero della Salute conferma il ritiro di 65 mila dosi di vaccini antinfluenzali prodotti dall’azienda Crucell. Il blocco di tutti i lotti di vaccino “è stato predisposto cautelativamente dall’azienda stessa prima della loro distribuzione”. Nessuna dose, afferma il ministero della Salute, “è stata mai messa in circolazione”.Il ministero della Salute precisa inoltre “che l’azienda produttrice dei vaccini in questione non è tra le prime che riforniscono il mercato. In queste ore al Ministero e all’Aifa si sta affrontando il problema. Altre aziende hanno assicurato la garanzia delle dosi necessarie in modo che non vi sia alcun problema per i cittadini”.La campagna vaccinale, appena partita, aveva già registrato ritardi nelle forniture. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera il vaccino Inflexal V della ditta Crucell, avrebbe registrato, secondo una lettera della stessa azienda, “risultati inattesi nei test”.Il ministero della Salute però tranquillizza.”I vaccini sono estremamente controllati. I controlli sono ferrei e quando si rileva un problema, che può accadere, perché comunque si tratta di prodotti biologici, le aziende ritirano non solo i lotti sospetti, ma l’intera produzione. E’ una misura precauzionale – continua la nota del dicastero – che viene sempre adottata, quando si individua anche solo un minimo rischio. Il Ministero della Salute assicura che non vi sono rischi per la salute e che quello che si sta affrontando in queste ore è solo un problema organizzativo per reperire anche sul mercato estero da parte delle aziende produttrici tutte le dosi necessarie di vaccino antinfluenzale”.”Non c’è alcun problema di sicurezza per i cittadini”, rassicura anche il direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità (Iss), Gianni Rezza. I lotti di vaccini in questione sono stati bloccati prima della loro distruzione, ha confermato Rezza, e gli “altri vaccini in distribuzione sono sicuri, grazie a un sistema di controllo molto rigido”.
In Italia annualmente vengono infatti utilizzate tra 10 e 12 milioni di dosi di vaccino antinfluenzale.

Fonte: ansa.it

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 18 ottobre 2012 in Attualità

 

Tag: , ,

MULTINAZIONALI – SINONIMO DI DISTRUZIONE


McDONALDS E’ SOLO UN ESEMPIO DI UN FENOMENO DEL 20° SECOLO

La progressiva appropriazione dell’economia mondiale e la trasformazione della vita quotidiana della gente operata dalle compagnie multinazionali. Il gigante dei fast food, perchè con la sua attenta e costosa attenzione all’esteriorità, e diventato il simbolo dell’espansione continua e aggressiva del capitalismo tesa alla colonizzazione di ogni angolo del mondo e di ogni aspetto della nostra società.. McDonald’s è una piccola parte di un mosaico, ma è un simbolo per chi questo sistema lo difende e per chi ci si oppone e tenta di resistergli.Ma Nestlè, CocaCola, Pepsico Inc., Unilever, ICI, Sony, General Motors, Murdoch’s News International, Shell, BP e Exxon, Nike, Glaxo Wellcome, RioTinto Zinc, IBM, Boeing, Dupont, Union Carbide e centinaia di altre Corporations (molte delle quali hanno nomi virtualmente sconosciuti al grande pubblico) ed istituzioni finanziarie come l’IMF (il fondo monetario internazionale) e la World Bank (la Banca Mondiale) hanno allungato i loro tentacoli sul controllo ed il dominio delle risorse mondiali. Insieme, sostenute dalle istituzioni governative hanno costituito una vera e propria fabbrica dello sfruttamento, dell’espropriazione per i beneficio di quei pochi che ne traggono i profitti e detengono le leve del potere. Noi tutti ne conosciamo i risultati – schiavitù salariale, fame, oppressione dell’indipendenza e dell’autosufficienza delle comunità locali, spreco di risorse, distruzione dell’ambiente e soppressione delle giuste aspirazioni della gente. Ma dovunque c’è oppressione c’è insoddisfazione, critica e resistenza. Iniziamo a guardare veramente la realtà:non è il mondo che ci hanno insegnato e che ci fanno vivere.
fonte : http://wwwblogdicristian.blogspot.it

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 6 agosto 2012 in Multinazionali

 

Tag: , , ,

LA STORIA DELLE COSE- THE STORY OF STUFF +video


UN VIDEO ECCEZIONALE PER CAPIRE DA DOVE VENGONO GLI OGGETTI CHE UTILIZZIAMO

E in che modo stiamo andando verso l’auto-distruzione e… come fermarci. Annie Leonard, infatti, ci spiega qual è il problema della corsa al consumismo iniziata negli anni 50. Il perchè oggi ci stiamo dirigendo contro un muro.

 

 

 

VIDEO

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
1 Commento

Pubblicato da su 1 luglio 2012 in Documentari - Film

 

Tag: , ,

ANTICHI VEGETARIANI ?


AUMENTA IL NUMERO DELLE PERSONE CHE DECIDONO DI DIVENTARE VEGETARIANE O VEGANE

Le ragioni sono principalmente di tre tipi: etiche, attinenti alla salute ed economico-politiche. In primo luogo, i vegetariani ed i vegani ritengono che l’uccisione degli animali per il nutrimento sia un atto abominevole, come abominevoli sono le condizioni in cui sono spesso allevati bovini, suini, polli, tacchini, oche… Atroce è la morte riservata agli animali allevati, una fine preceduta ed accompagnata da indescrivibili sevizie. Molti sono convinti che un’alimentazione, in cui sono esclusi i grassi e le proteine di origine animale, è più salutare per l’organismo. Infine molti riflettono sulle perniciose conseguenze per l’ambiente che la zootecnia determina: per l’allevamento degli animali destinati alla macellazione si consumano quantità enormi d’acqua, si distruggono foreste da destinare al pascolo, si impiegano cereali che potrebbero, invece, sfamare intere popolazioni e favorire una diminuzione dei prezzi dei prodotti cerealicoli sul mercato internazionale.

CIRCA QUEST’ULTIMA MOTIVAZIONE

Bisogna osservare che essa dipende da un’infinita ingenuità: la devastazione degli ecosistemi non è tanto l’effetto di un modello di sviluppo aberrante e carnivoro, ma il tragico risultato di un’azione deliberata volta a coventrizzare il pianeta. Se anche non si disboscassero le foreste per ricavare spazi adatti al pascolo, i biomi non si salverebbero (e non si salveranno) ugualmente: infatti con le chemtrails, le potentissime emissioni elettromagnetiche, le scorie nucleari, le sostanze inquinanti emesse dagli inceneritori… gli ambienti naturali sono aggrediti, depauperati di animali e di essenze vegetali, desertificati ed avvelenati in modo lento, ma inesorabile, nell’ambito di un’attività sistematica che ha come scopo finale la definitiva distruzione della natura del pianeta, escluse forse alcune oasi. Parole ed espressioni come “decrescita”, “sviluppo sostenibile” sono o patetiche illusioni di cittadini che non hanno minimamente capito come purtroppo funziona il mondo o vuoti slogans dei soliti globalizzatori travestiti (male) da ambientalisti.

UN’ALIMENTAZIONE VEGETARIANE PUO’ PRESENTARE BENEFICI SUL PIANO DELLA SALUTE

Non tanto perché ortaggi e frutta siano più genuini e naturali (oggi giorno di naturale non esiste più niente o quasi), ma poiché si evitano alimenti in cui le concentrazioni di metalli ed altri veleni sono inferiori rispetto a quelli contenuti in carne e pesce. Restano tuttavia le motivazioni etiche che reputo non solo condivisibili, ma radicate in una tradizione religiosa tanto netta a tale proposito, quanto ignorata, distorta e stuprata da chiese e confessioni che hanno tradito, più o meno volontariamente, l’insegnamento dei fondatori o presunti tali.Recentemente la ricercatrice Daniela Bortoluzzi ha pubblicato un libro intitolato Impronte di Gesù: la scrittrice, oltre a proporre, come altre migliaia di studiosi prima di lei, la sua opinabilissima interpretazione della figura di Gesù, prova a dimostrare (a mio modesto parere, in modo persuasivo) che il Messia era vegetariano. Ad esempio, il celebre miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, contiene, secondo l’autrice, un errore di traduzione: infatti il testo originale presentava “pane di pianta pesce”, un pane insaporito con alghe, e non pesce. 

PER CHI SCRIVE E’ SOLO UNA CONFERMA

D’altronde molti esegeti, esaminando la Chiesa di Gerusalemme, enuclearono tre probabili caratteri della comunità sorta attorno a Giacomo, fratello del Signore: il vegetarianismo, il comunismo (Vedi, ad esempio, Brandon, Gesù e gli Zeloti), la concezione apocalittica. Tutti i passi che nei Vangeli paiono contraddire il vegeterianesimo del Cristo e della comunità giudeo-cristiana o sono interpolazioni posteriori (vedi il cap. XXI del Quarto vangelo) o devono essere letti simbolicamente o sono mal tradotti. Lo stesso miracolo delle nozze di Cana, in cui Cristo avrebbe trasformato l’acqua in vino, stando a studi recenti, in realtà si riferirebbe ad un portento inverso, il vino tramutato in acqua, con buona pace, di Lista e di altri simili dilettanti. Un Messia, quindi non solo vegetariano, ma, in quanto Nazireo, che non beveva vino. Come è noto, i precetti di vegeterianesimo della chiesa primitiva furono elusi o stravolti dagli interpreti del messaggio: oggi, a distanza di duemila anni, i sedicenti Cristiani non sanno che, se veramente volessero professarsi tali, non potrebbero cibarsi di carne né bere bevande alcooliche. Il mondo sarebbe diverso forse, considerando che il consumo di carne è legato anche a manifestazioni di aggressività. Sembra che l’ammaestramento dei “grandi iniziati” sia destinato ad essere snaturato, quanto più essi sono esaltati e divinizzati.

Fonte: http://www.ecplanet.com/

redatto da Pjmanc  http://ilfattaccio.org

 
3 commenti

Pubblicato da su 20 gennaio 2012 in Attualità

 

Tag: , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: