RSS

Archivi categoria: Signoraggio – Banche e N.W.O.

IL GOVERNO DEI BILDERBERG


L’EUROPA E’ ORMAI TUTTA FELICEMENTE CONQUISTATA

Il programma messo a punto dalla società segreta Bilderberg nella riunione del maggio 2009 è stato quasi del tutto realizzato. Diciamo meglio: dato che la parte più difficile e tuttavia indispensabile era quella riguardante la liquidazione delle nazioni d’Europa, essere riusciti a impadronirsene è il segnale che ormai l’opera è al sicuro, nulla potrà più ostacolarne il completamento. Le bandierine del Bilderberg sventolano allegramente sui colli e le torri europee più importanti. La Banca centrale europea ne è per certi aspetti il capolavoro. Attraverso la Bce il Bilderberg ha in mano la vita di quasi tutti gli Stati che, con una decisione illegittima e assurda dei loro governanti, hanno rinunciato a battere moneta e si sono consegnati alla volontà di coloro che ne sono i padroni (partecipanti al patrimonio): Beatrice d’Olanda, il principe Constantjin, Sofia di Spagna, Philippe del Belgio, David Rockfeller, Filippo di Edimburgo, Mario Draghi (in quanto partecipante della Banca d’Italia), tutti membri del Bilderberg e presenti alla riunione del 2009. Le partecipazioni degli Stati sono in percentuali minime e forse servono, oltre che a salvare le apparenze, anche a ricompensare i politici per la loro rinuncia alla creazione e alla gestione della moneta.
COSA AVEVANO DECISO I MEMBRI DEL BILDERBERG NELLA RIUNIONE DEL 2009?

Volendo raggiungere come meta finale la realizzazione di un’unica civiltà planetaria, ne erano state predisposte le tappe (ormai per quanto riguarda l’Occidente quasi raggiunte): la distruzione delle identità nazionali, da perseguire attraverso la sovversione dei valori che vi si fondano e l’eliminazione dei singoli Stati; il controllo centralizzato di tutti i sistemi educativi di cui l’avvio è stato dato in Europa con il Trattato di Maastricht e la cosiddetta “armonizzazione” dei programmi scolastici; il ripudio delle discipline storiche e del loro insegnamento in quanto possibile ostacolo nei giovani all’accettazione del Nuovo Ordine Mondiale e al superamento psicoaffettivo del valore della patria, della tradizione, dei costumi in tutti i campi; il controllo delle politiche interne ed estere, come già avviene in Europa attraverso l’esame preventivo delle finanziarie e i vari trattati sui confini, sull’immigrazione, sull’uguaglianza dei diritti; una lingua unica, che è quella già in uso e che a poco a poco tutti sono obbligati ad adoperare: l’inglese. Il perno sul quale i bilderberghiani si fondano in tutti i loro progetti è però sempre quello finanziario visto che, tramite le banche e le speculazioni di Borsa, riescono a guidare concretamente ogni tipo di politica riducendo a propri esecutori gli uomini di governo dei singoli Stati. L’instaurazione di un mercato unico e di una moneta unica è quindi la meta più importante; ma essere riusciti, con la creazione dell’euro, a eliminare quasi tutte le monete europee rappresenta la loro vittoria più significativa in quanto segnala che il progetto finale è sulla via del traguardo. Di fatto tutta l’operazione “Unione europea” è stata pensata come una specie di esperimento la cui riuscita avrebbe confortato i progettisti nel proseguire sulla stessa strada. Nessuno creda che le crisi finanziarie, l’impoverimento dei popoli, l’eccesso di tassazione, siano per il Bilderberg segnali negativi, tutt’altro: era programmato che sarebbero stati questi gli strumenti con i quali giungere alla meta. Come abbiamo potuto vedere attraverso quello che è successo in Italia, il colpo di forza con il quale un banchiere è diventato capo del governo ha avuto come “giustificazione” il crescere del debito, il differenziale sempre più alto con i titoli tedeschi; ma per chi è padrone del gioco di Borsa provocare tali squilibri è facilissimo, tanto più quando i manovratori sono d’accordo sul da farsi essendo tutti membri del Bilderberg o dei suoi rami più importanti, quali la Trilateral Commission e l’Aspen Institut: Mario Monti, Mario Draghi, Giorgio Napolitano, Carlo Azeglio Ciampi, Romano Prodi, José Barroso, Giuliano Amato, Vincenzo Visco, Enrico Letta… Tutti nomi citati più volte e da diversi autori, oltre me, negli anni scorsi, quali per esempio Daniel Estulin con il suo “Il Club Bilderberg” pubblicato nel 2005, Marco della Luna con “Euro schiavi” anch’esso del 2005, Elio Lannutti con “La repubblica delle banche” pubblicato nel 2008, senza che nessuno li abbia mai smentiti.
DUNQUE POSSIAMO CONSTATARE CHE TUTTE LE PREVISIONI SI SONO AVVERATE

Gli Stati d’Europa hanno perso la sovranità, l’identità, le loro ricchezze e quelli più difficili da domare a causa della loro creatività, del loro attaccamento alla propria storia, alla propria indipendenza, quali la Grecia, l’Irlanda, la Spagna, l’Italia, sono stati ridotti, tramite la pressione sui titoli sovrani, a dipendere dalla “generosità” dei banchieri con una nuova, orribile immagine di sé, quella di “mendicanti”, di possibili ladri cui è pericoloso prestare soldi se non danno se stessi e i propri figli in garanzia. I banchieri hanno adesso finalmente raggiunto il loro ultimo scopo: darsi la mano diventando interscambiabili con i politici e proclamando così apertamente che è iniziata una nuova era: il Regno dei Banchieri. Avevo scritto due anni fa, nella Dittatura europea, che avrei creduto a questa ricostruzione, che pure ero stata io stessa a fare con puntigliosa, scrupolosissima ricerca, il giorno in cui avessi visto i banchieri mettersi al posto dei politici. E’ proprio quello che è avvenuto. Ed è avvenuto – cosa incredibile – con l’aiuto, la complicità dei politici. Ho tante volte interrogato negli anni scorsi i maggiori leader del mondo politico, religioso, industriale, giornalistico sul perché avessero accettato in silenzio di uccidere se stessi, insieme all’ Italia, senza riuscire ad avere una risposta. Oggi però non possono continuare a tacere e consegnarsi alla storia come dei vigliacchi traditori della propria nazione e del proprio popolo. E’ indispensabile che si scuotano dalla passività nella quale sono sprofondati e si convincano che la desertificazione attuale dei partiti, l’assenteismo e il ripudio degli elettori, perfino la corruzione che ha invaso tutte le istituzioni, sono la conseguenza di questo tradimento perché nessuno ha più davanti a sé una patria da difendere, un valore collettivo in cui credere, un futuro in cui sperare e da costruire per i suoi figli.
di – Ida Magli
tratto da: http://www.italianiliberi.it

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 16 novembre 2012 in Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag:

VENGONO PUNITI GLI STUDENTI USA CHE RIFIUTANO IL “MICROCHIP”


IL CONTROLLO SOCIALE VOLUTO DAL NUOVO ORDINE MONDIALE CONTINUA AD AVANZARE

in particolare in America, dove in alcuni istituti scolastici, coloro che si rifiutano di sottomettersi al biochip, sono vittime di recriminazioni e rappresaglie.E’ ciò che sta accadendo agli studenti della John Jay High School e della Anson Jones Middle School a San Antonio, i genitori dei quali si sono rifiutati di far monitorare i loro figli dai funzionari scolastici.Secondo i nuovi regolamenti entrati in vigore lo scorso 1 ottobre, ogni studente è obbligato a tenere sempre con sè una speciale “carta d’identità” (Tracker ID) equipaggiata con un chip a radio frequenza (RFID), consentendo ai sorveglianti scolastici di sapere in ogni momento la posizione di ogni singolo alunno.La motivazione data dagli educatori a tale provvedimento è da individuarsi nella volontà di arginare il fenomeno dell’assenteismo dilagante (una volta bastava fare l’appello! N.d.r.). Se la sperimentazione darà i risultati sperati, il sistema di controllo sarà installato in tutte le 112 scuole del distretto scolastico, che conta quasi 100 mila studenti.Intanto, però, si registrano strani casi di vessazione e di abuso.

DA QUANTO SI APPRENDE DA ALCUNE TESTIMONIANZE

pare che i ragazzi che non indossano i Tracker ID, che dovrebbero essere portati in tasca o al collo, siano presi di mira dagli insegnanti, impedendogli di utilizzare alcune strutture della scuola, come le aree comuni quali le librerie e le caffetterie.Andrea Hernandez, studente al secondo anno alla John Jay, in un’intervista rilasciata di recente ha dichiarato che gli educatori non hanno preso in nessuna considerazione le sue proteste circa le evidenti violazioni della privacy. Per rappresaglia, le è stato impedito di partecipare alle elezioni degli studenti, in violazioni delle più banali norme democratiche garantite dalla costituzione americana. “Uno dei miei insegnanti mi ha detto che non mi sarà permesso di votare se non utilizzo il nuovo Tracker ID che mi è stato imposto”.Essendosi rifiutata di indossare l’RFID ID-Chip, il sovraintendente scolastico Ray Galindo ha spedito una comunicazione ai genitori di Andrea: “Con la presente, esortiamo vostra figlia ad indossare il Tracker-ID come chiediamo di fare a tutti gli altri studenti e adulti nel Campus Jay. Se vostra figlia si rifiuterà ancora di indossare l’RFID ID-Chip, le ripercussioni saranno più rigide della semplice revoca circa i suoi diritti di voto.Vi esorto ad accettare questa soluzione in modo che il percorso didattico di vostra figlia non ne risenta”. Steve Hernandez, padre di Andrea, ha dichiarato che la sua famiglia non smetterà di criticare pubblicamente un programma che ritiene sbagliato. “Non siamo disponibili a rinunciare ai nostri diritti costituzionali”, ha detto Steve.

fonte : http://www.antikitera.net

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

 
6 commenti

Pubblicato da su 4 novembre 2012 in Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag: , , ,

IL PR€ZZO DELLA LIBERTA’ – ita completo-


DIFFONDETE QUESTO VIDEO

che la gente veda come l’europa ci sta rovinando la vita, che la gente sappia chi ci ha portato in questa tremenda situazione…e che la gente capisca che è possibile uscirne, non con le misure di rigore e austerità che ci vengono imposte dall’unione europea tramite monti, ma con la Modern Money Theory, che ha salvato l’Argentina, anche l’Italia può salvarsi!

 

 

VIDEO


Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

*Grazie per la segnalazione a Giuseppe Bua

 
2 commenti

Pubblicato da su 23 settembre 2012 in Documentari - Film, Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag: ,

IL CONTROLLO DELLA POLITICA ITALIANA MANOVRATO DAI ROTHSCHILD !


DA UNA PARTE BERLUSCA HE HA FATTO PARTE DELLA P2 ORGANIZZATA DAI SERVIZI SEGRETI E GESTITA DA ANDREOTTI

(tramite l’assistente Gelli) per conto di Kissinger il quale è un abitudinario di casa Rothschild.Questa fazione è direttamente collegata ai Cavalieri di Malta (Berlusca accompagna il figlio alle riunioni) i quali gestiscono il FMI. La mafia e alcune Multinazionali chiudono il cerchio.Dall’altra parte la finta opposizione è stata pian piano creata attraverso i finanziamenti di DeBenedetti, alcune Corporation e la massoneria ha un ruolo molto importante anche in questo caso dato che i leader di tale schieramento hanno TUTTI avuto a che fare con indagini massoniche: Prodi durante il rapimento Moro, Veltroni ed i Cavalieri di Malta, Napolitano con le onorificenze massoniche acquisite, la famiglia della Bonino serva dei banchieri da generazioni, la Casaleggio che “unisce” la massoneria con Di Pietro e Grillo, e moltissimi altri casi. Paola Ferrari per esempio… famosa giornalista sportiva (immortale) sposata con Rodolfo De Benedetti (Presidente del Carlyle Italia e fratello di Carlo il quale, come ho riportato sopra, finanzia la sinistra in Italia) si è candidata con La Destra assieme a Storace e alla Santanchè.Fini si arruolò tra le fila dei Rothschild quando fù finanziato da loro a fine anni ottanta tramite un dipendente della banca rothschild che si chiama Higgins.Di Pietro dal ’90 al ’92 passò quasi 2 anni ad apprendere tecniche politiche da Michael Leeden (un neocon con stretti collegamenti con la CIA che fù indagato per la strage del 9/11), quest ultimo è l’ideatore delle rivoluzioni colorate come quella arancione in Ucraina, quella verde in Iran, la Viola in Italia (il popolo viola) e tantissime altre…Berlusca fà i propri interessi, a lui interessa non andare in galera e farsi le ragazzine.. intanto persone come Tremonti (collaboratore di grandi banchieri, bilderberg e aspen institute), Frattini (pro sion), Letta e altri continuano ad attuare politiche a favore dei Rothschild.Prodi (BCE) aveva come braccio destro l’ex cestista Angelo Rovati il quale si è da poco dimesso da dipendente della Banca Rothschild affermando che comunque resterà sempre un fedelissimo. Casini segue le ideologie del suocero Caltagirone il quale ha entrambi i piedi nel Vaticano (Vaticano di proprietà dei Rothschild da almeno 150 anni).Bertinotti sottostava agli ordini dei D’Urso ed in particolare a Mario D’urso (uno dei migliori amici di Jacob de Rothschild).Bossi aveva le prove che Berlusca fosse mafioso ma dopo un incontro con Silvio liquidò le prove e abbandono i testimoni come il polizziotto svizzero Cattaneo, fù condannato per una tangente e si alleò con berlusca, la Lega Nord si è unita in campo europeo in un gruppo che è presieduto da Francesco Speroni (Lega Nord) e da Nigel Farage (UKIP)-Nigel Farage fà parte del UKIP (Partito per l’Indipendenza del Regno Unito) voluto e fondato dai Rothschild attraverso James Goldsmith (cugino di Jacob de Rothschild e considerato uno della Famiglia).

HENRY KISSINGER

(amico e stretto collaboratore di Andreotti) è un assiduo frequentatore delle ville dei Rothschild, è stato condannato per genocidio da un tribunale europeo e non può entrare in europa altrimenti verrebbe arrestato, è stato il mandante dell’assassinio di Aldo Moro secondo la moglie di Moro stesso (Moro non era un santo ma fece stampare le 500 lire di carta esenti da signoraggio, non sottostava ad ordini precisi inviati dagli USA e stava per creare un potente Movimento di Centrosinistra non controllabile) e lo fece infiltrando agenti CIA nelle brigate rosse, Kissinger ebbe come assistente Lapo Elkann mentre il fratello John è l’erede di Gianni Agnelli ed inoltre vice presidente dell’Italian Aspen Institute, bilderberg e frequenta i Rothschild, sposato con la sorella di Beatrice Borromeo, Lavinia, la quale Beatrice collabora con Travaglio e si reputa una del popolo viola. La Famiglia Borromeo è una famiglia nobile ed importante: Beatrice (la ex collaboratrice di Santoro ad anno zero) è fidanzata con l’erede del principato di Monaco e figlio di Carolina di Monaco (Pierre Casiraghi), Lavinia è sposata con John Elkann e l’altra sorella, Isabella, è la moglie del Proprietario del Gruppo API (API, IP, etc..) Ugo Maria Brachetti Peretti.Su Confindustria non penso che ci sia bisogno di scrivere qualcosa. A questo punto chiedo: c’è bisogno che aggiunga altro? Jürg Heer dovrebbe avere grande spazio negli Istituti scolastici. Due strade che portano in cima alla piramide entrambe ai Rothschild. *Ci vogliono studi, ci vuole tempo ma… scoprirlo non è poi tanto difficile!

Fonte : http://www.informarmy.com

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
3 commenti

Pubblicato da su 16 settembre 2012 in Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag: ,

MONETA ELETTRONICA – L’ERA DEL CONTROLLO DI MASSA E’ ALLE PORTE


I CONTANTI HANNO LE ORE CONTATE

Già, perché dal primo luglio del 2013, per gli importi superiori a 50 euro potrebbe diventare obbligatorio il pagamento con il bancomat.E’ una misura a cui sta lavorando il governo Monti da inserire nel decreto Sviluppo due a cui sta lavorando l’esecutivo. Lo scopo del provvedimento sarebbe quello di semplificare la vita della gente e tenere sotto controllo l’illegalità, anche perché con la moneta elettronica si pagheranno pure le prestazioni professionali, occasione principe di evasione fiscale.“Spingeremo per una diffusione sempre più ampia della moneta elettronica perchè poche cose contrastano illegalità ed evasione, però naturalmente questa diffusione dev’essere tollerabile in termini di costi e gestita in maniera saggia in termini di tempistica“, ha spiegato il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera rispondendo in commissione Finanze della Camera a una domanda sul tema.Il pagamento obbligatorio col bancomat per spese superiori a 50 euro è la misura principale di un pacchetto che prevede anche l’introduzione della ricetta medica elettronica, della tessera unica per dati d’identità e sanitari e l’intensificazione della banda larga.
di – Italo Romano

fonte : www.oltrelacoltre.com

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
1 Commento

Pubblicato da su 9 settembre 2012 in Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag: , ,

BILDERBERG 2012- LA LISTA DEI PARTECIPANTI


UN SIMPOSIO QUELLO DI QUEST’ANNO CHE SI E’ TENUTO IN UN MOMENTO DI TURBOLENZE ECONOMICHE

Forti tensioni sociali stanno avvenendo in diverse zone cruciali del nostro pianeta: l’incertezza per le sorti dell’Euro e dell’Europa; le tensioni in Siria; il problema dell’Iran, ecc.Tutti problemi che avranno tenuto i partecipanti molto occupati. Le soluzioni non avranno certo preso forma con molta facilità.

LA LISTA DEI PRESENTI

FRA Castries, Henri de Chairman and CEO, AXA Group
Presid. e Amm Delegato AXA Group

DEU Ackermann, Josef Chairman of the Management Board and the Group Executive Committee, Deutsche Bank AG

GBR Agius, Marcus Chairman, Barclays plc

USA Ajami, Fouad Senior Fellow, The Hoover Institution, Stanford University

USA Alexander, Keith B. Commander, US Cyber Command; Director, National Security Agency

INT Almunia, Joaquín Vice-President – Commissioner for Competition, European Commission

USA Altman, Roger C. Chairman, Evercore Partners

NOR Andresen, Johan H. Owner and CEO, FERD

FIN Apunen, Matti Director, Finnish Business and Policy Forum EVA

TUR Babacan, Ali Deputy Prime Minister for Economic and Financial Affairs

PRT Balsemão, Francisco Pinto President and CEO, Impresa; Former Prime Minister

FRA Baverez, Nicolas Partner, Gibson, Dunn & Crutcher LLP

FRA Béchu, Christophe Senator, and Chairman, General Council of Maine-et-Loire

BEL Belgium, H.R.H. Prince Philippe of

TUR Berberoglu, Enis Editor-in-Chief, Hürriyet Newspaper

ITA Bernabè, Franco Chairman and CEO, Telecom Italia

GBR Boles, Nick Member of Parliament

SWE Bonnier, Jonas President and CEO, Bonnier AB

NOR Brandtzæg, Svein Richard President and CEO, Norsk Hydro ASA

AUT Bronner, Oscar Publisher, Der Standard Medienwelt

SWE Carlsson, Gunilla Minister for International Development Cooperation

CAN Carney, Mark J. Governor, Bank of Canada

ESP Cebrián, Juan Luis CEO, PRISA; Chairman, El País

AUT Cernko, Willibald CEO, UniCredit Bank Austria AG

FRA Chalendar, Pierre André de Chairman and CEO, Saint-Gobain

DNK Christiansen, Jeppe CEO, Maj Invest

RUS Chubais, Anatoly B. CEO, OJSC RUSNANO

CAN Clark, W. Edmund Group President and CEO, TD Bank Group

GBR Clarke, Kenneth Member of Parliament, Lord Chancellor and Secretary of Justice

USA Collins, Timothy C. CEO and Senior Managing Director, Ripplewood Holdings, LLC

ITA Conti, Fulvio CEO and General Manager, Enel S.p.A.

USA Daniels, Jr., Mitchell E. Governor of Indiana

USA DeMuth, Christopher Distinguished Fellow, Hudson Institute

USA Donilon, Thomas E. National Security Advisor, The White House

GBR Dudley, Robert Group Chief Executive, BP plc

ITA Elkann, John Chairman, Fiat S.p.A.

DEU Enders, Thomas CEO, Airbus

USA Evans, J. Michael Vice Chairman, Global Head of Growth Markets, Goldman Sachs & Co.

AUT Faymann, Werner Federal Chancellor

DNK Federspiel, Ulrik Executive Vice President, Haldor Topsøe A/S

USA Ferguson, Niall Laurence A. Tisch Professor of History, Harvard University

GBR Flint, Douglas J. Group Chairman, HSBC Holdings plc

CHN Fu, Ying Vice Minister of Foreign Affairs

IRL Gallagher, Paul Former Attorney General; Senior Counsel

USA Gephardt, Richard A. President and CEO, Gephardt Group

GRC Giannitsis, Anastasios Former Minister of Interior; Professor of Development and International Economics, University of Athens

USA Goolsbee, Austan D. Professor of Economics, University of Chicago Booth School of Business

USA Graham, Donald E. Chairman and CEO, The Washington Post Company

ITA Gruber, Lilli Journalist – Anchorwoman, La 7 TV

INT Gucht, Karel de Commissioner for Trade, European Commission

NLD Halberstadt, Victor Professor of Economics, Leiden University; Former Honorary Secretary General of Bilderberg Meetings

USA Harris, Britt CIO, Teacher Retirement System of Texas

USA Hoffman, Reid Co-founder and Executive Chairman, LinkedIn

CHN Huang, Yiping Professor of Economics, China Center for Economic Research, Peking University

USA Huntsman, Jr., Jon M. Chairman, Huntsman Cancer Foundation

DEU Ischinger, Wolfgang Chairman, Munich Security Conference; Global Head Government Relations, Allianz SE

RUS Ivanov, Igor S. Associate member, Russian Academy of Science; President, Russian International Affairs Council

FRA Izraelewicz, Erik CEO, Le Monde

USA Jacobs, Kenneth M. Chairman and CEO, Lazard

USA Johnson, James A. Vice Chairman, Perseus, LLC

USA Jordan, Jr., Vernon E. Senior Managing Director, Lazard

USA Karp, Alexander CEO, Palantir Technologies

USA Karsner, Alexander Executive Chairman, Manifest Energy, Inc

FRA Karvar, Anousheh Inspector, Inter-ministerial Audit and Evaluation Office for Social, Health, Employment and Labor Policies

RUS Kasparov, Garry Chairman, United Civil Front (of Russia)

GBR Kerr, John Independent Member, House of Lords

USA Kerry, John Senator for Massachusetts

TUR Keyman, E. Fuat Director, Istanbul Policy Center and Professor of International Relations, Sabanci University

USA Kissinger, Henry A. Chairman, Kissinger Associates, Inc.

USA Kleinfeld, Klaus Chairman and CEO, Alcoa

TUR Koç, Mustafa Chairman, Koç Holding A.S.

DEU Koch, Roland CEO, Bilfinger Berger SE

INT Kodmani, Bassma Member of the Executive Bureau and Head of Foreign Affairs, Syrian National Council

USA Kravis, Henry R. Co-Chairman and Co-CEO, Kohlberg Kravis Roberts & Co.

USA Kravis, Marie-Josée Senior Fellow, Hudson Institute

INT Kroes, Neelie Vice President, European Commission; Commissioner for Digital Agenda

USA Krupp, Fred President, Environmental Defense Fund

INT Lamy, Pascal Director-General, World Trade Organization

ITA Letta, Enrico Deputy Leader, Democratic Party (PD)

ISR Levite, Ariel E. Nonresident Senior Associate, Carnegie Endowment for International Peace

USA Li, Cheng Director of Research and Senior Fellow, John L. Thornton China Center, Brookings Institution

USA Lipsky, John Distinguished Visiting Scholar, Johns Hopkins University

USA Liveris, Andrew N. President, Chairman and CEO, The Dow Chemical Company

DEU Löscher, Peter President and CEO, Siemens AG

USA Lynn, William J. Chairman and CEO, DRS Technologies, Inc.

GBR Mandelson, Peter Member, House of Lords; Chairman, Global Counsel

USA Mathews, Jessica T. President, Carnegie Endowment for International Peace

DEN Mchangama, Jacob Director of Legal Affairs, Center for Political Studies (CEPOS)

CAN McKenna, Frank Deputy Chair, TD Bank Group

USA Mehlman, Kenneth B. Partner, Kohlberg Kravis Roberts & Co.

GBR Micklethwait, John Editor-in-Chief, The Economist

FRA Montbrial, Thierry de President, French Institute for International Relations

PRT Moreira da Silva, Jorge First Vice-President, Partido Social Democrata (PSD)

USA Mundie, Craig J. Chief Research and Strategy Officer, Microsoft Corporation

DEU Nass, Matthias Chief International Correspondent, Die Zeit

NLD Netherlands, H.M. the Queen of the

ESP Nin Génova, Juan María Deputy Chairman and CEO, Caixabank

IRL Noonan, Michael Minister for Finance

USA Noonan, Peggy Author, Columnist, The Wall Street Journal

FIN Ollila, Jorma Chairman, Royal Dutch Shell, plc

USA Orszag, Peter R. Vice Chairman, Citigroup

GRC Papalexopoulos, Dimitri Managing Director, Titan Cement Co.

NLD Pechtold, Alexander Parliamentary Leader, Democrats ’66 (D66)

USA Perle, Richard N. Resident Fellow, American Enterprise Institute

NLD Polman, Paul CEO, Unilever PLC

CAN Prichard, J. Robert S. Chair, Torys LLP

ISR Rabinovich, Itamar Global Distinguished Professor, New York University

GBR Rachman, Gideon Chief Foreign Affairs Commentator, The Financial Times

USA Rattner, Steven Chairman, Willett Advisors LLC

CAN Redford, Alison M. Premier of Alberta

CAN Reisman, Heather M. CEO, Indigo Books & Music Inc.

DEU Reitzle, Wolfgang CEO & President, Linde AG

USA Rogoff, Kenneth S. Professor of Economics, Harvard University

USA Rose, Charlie Executive Editor and Anchor, Charlie Rose

USA Ross, Dennis B. Counselor, Washington Institute for Near East Policy

POL Rostowski, Jacek Minister of Finance

USA Rubin, Robert E. Co-Chair, Council on Foreign Relations; Former Secretary of the Treasury

NLD Rutte, Mark Prime Minister

ESP Sáenz de Santamaría Antón, Soraya Vice President and Minister for the Presidency

NLD Scheffer, Paul Professor of European Studies, Tilburg University

USA Schmidt, Eric E. Executive Chairman, Google Inc.

AUT Scholten, Rudolf Member of the Board of Executive Directors, Oesterreichische Kontrollbank AG

FRA Senard, Jean-Dominique CEO, Michelin Group

USA Shambaugh, David Director, China Policy Program, George Washington University

INT Sheeran, Josette Vice Chairman, World Economic Forum

FIN Siilasmaa, Risto Chairman of the Board of Directors, Nokia Corporation

USA Speyer, Jerry I. Chairman and Co-CEO, Tishman Speyer

CHE Supino, Pietro Chairman and Publisher, Tamedia AG

IRL Sutherland, Peter D. Chairman, Goldman Sachs International

USA Thiel, Peter A. President, Clarium Capital / Thiel Capital

TUR Timuray, Serpil CEO, Vodafone Turkey

DEU Trittin, Jürgen Parliamentary Leader, Alliance 90/The Greens

GRC Tsoukalis, Loukas President, Hellenic Foundation for European and Foreign Policy

FIN Urpilainen, Jutta Minister of Finance

CHE Vasella, Daniel L. Chairman, Novartis AG

INT Vimont, Pierre Executive Secretary General, European External Action Service

GBR Voser, Peter CEO, Royal Dutch Shell plc

SWE Wallenberg, Jacob Chairman, Investor AB

USA Warsh, Kevin Distinguished Visiting Fellow, The Hoover Institution, Stanford University

GBR Wolf, Martin H. Chief Economics Commentator, The Financial Times

USA Wolfensohn, James D. Chairman and CEO, Wolfensohn and Company

CAN Wright, Nigel S. Chief of Staff, Office of the Prime Minister

USA Yergin, Daniel Chairman, IHS Cambridge Energy Research Associates

INT Zoellick, Robert B. President, The World Bank Group

RAPPORTEURS

GBR Bredow, Vendeline von Business Correspondent, The Economist
GBR Wooldridge, Adrian D. Foreign Correspondent, The Economist
Fonti: bilderbergmeetings.org

fonte : http://www.ecplanet.com

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
3 commenti

Pubblicato da su 10 giugno 2012 in Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag: , , ,

IL RADUNO DEI BILDEMBERG 2012 SI FARA’ A WASHINGTON + video


COME PREVISTO DOPO LE TRE RIUNIONI AVVENUTE IN EUROPA

Quest’anno il raduno annuale dei Bilderberg si terrà nell’America del Nord, precisamente nell’Hotel Chantilly di Westfields Marriott “Washington Dulles”.Secondo alcune informazioni dovrebbe svolgersi dal 31 Maggio al 3 di Giugno, questo posto è stato più volte usato dei Bilderberg per le loro riunioni anche fuori dal periodo annuale.Il posto è ideale dato che si trova a soli 14 Km di distanza dall’Aeroporto di Washington Dulles e le misure di sicurezza sono altamente sicure anche dal fatto che l’Hotel è circondato da un fitto recinto di alberi che lo nascondono rendendolo quasi non vedibile agli occhi delle persone “ostili”, l’Hotel ha 324 camere e 12 Suite, nonstante ci siano abbastanza camere libere, per quel periodo non sarà possibile prenotare camere nell’Hotel, è chiaro che i Bonzi hanno tutto il fabbricato a disposizione e non vogliono essere disturbati, ci saranno 120 persone al raduno, tutti appartenenti alle Lobby Industriali che vanno dalle case Farmaceutiche, Chimica e Militare, guarda caso quelle che stanno attuando le famose Scie Chimiche, quindi presumo che ci saranno i criminali della Bayer, Hoechst e BASF=IG.Farben che probabilmente decideranno cos’altro dovranno spruzzare sulle nostre teste.
DURANTE IL LORO MEETIG A ST.MORITZ SVIZZERA

Discussero e approvarono che doveva essere attuato il raffreddamento Globale, in effetti lo stiamo constatando con queste temperature basse che ci hanno accompagnato durante l’inverno e anche adesso che le temperature dovrebbero essere abbastanza alte come periodo, sono molto basse in rispetto agli altri anni e specialmodo nel Sud Europa, quest’anno parleranno certamente di come deve essere la strategia per innescare l’aggressione alla Siria e poi l’Iran, di come deve essere distrutta l’Europa Economicamente per poter stabilire definitivamente il loro dominio e attuare il NWO da tanto sospirato, basta andare a vedere al confine con la Siria e si può benissimo constatare che Er Can “Erdogan” ha ammassato una notevole armata di truppe dopo aver reclamato all’ONU di dare alla NATO l’ordine di attaccare la Siria per la piccola scaramuccia avvenuta al confine (sempre se è vero) un’altra False Flag provocatoria, discuteranno cosa fare dopo il primo attacco alla Cina o Russia che avverrà con armi Biologiche e Nucleari, questa è l’opzione del piano B se la Siria e l’Iran si rifiuteranno di “prendere ordini” da Mamma Usa e i Psicopatici che governano Israele.

LA CINA NON TOLLERA CHE ISRAELE CONTIUI A COSTRUIRE NEI TERRITORI OCCUPATI

Questa è la prima volta che un governo cinese si intromette negli affari interni di Israele, quindi presumo che sia stato un avvertimento in loro direzione riguardo le minacce nei confronti dell’Iran e la loro presenza vicino al territorio cinese con la scusa di manovre Militari congiunte con gli USA). Di sicuro discuteranno cosa intraprendere se in Europa tutto andrà storto e i cittadini si rivolteranno contro i loro governi, hanno due piani di strategia, l’evacuazione dei loro lecca fondelli e scateneranno gli Eserciti locali contro i cittadini, oppure metteranno in azione il loro esercito privato dato che si presume una rivolta dei Militari contro i governi “tipo Egitto“, discuteranno quali saranno le conseguenze che subirà il popolo Americano dopo che si sarà sollevato contro il Prossimo Presidente che al 100% prenderà ordini da loro o se rimarrà Obama come presidente, sanno che in America c’è in corso una rivolta tra le file degli alti Ufficiali nelle forze armate USA, ma non hanno idea di quanti sono e chi possono essere, discuteranno anche cosa fare in caso di una loro totale sconfitta dato che il 2012 come da loro previsto e programmato, dovrebbe essere l’inizio di una Nuova Era e del Nuovo Ordine Mondiale, questo è di sicuro l’ultimo Meeting che i Bilderberg faranno, anche perché un gruppo di persone ha di già deciso che in caso una loro totale sconfitta, l’Hotel Bilderberg in Olanda sarà raso al suolo al fine che non rimanga nulla che possa ricordare questo gruppo di Criminali che da secoli gestisce e comanda Governi, Economia, provoca guerre con a seguito tutte le conseguenze che una guerra possa provocare, dopo il loro Meeting cominceranno a rullare i tamburi di guerra.Attendiamoci delle sorprese durante questo Meeting dei Bilderberg.

VIDEO

scritto da : Corrado Belli- fonte : http://www.mentereale.com

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

 
1 Commento

Pubblicato da su 28 aprile 2012 in Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag: , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: