RSS

Archivi tag: BAMBINI

GB: PIANO PER VACCINARE BAMBINI CONTRO DROGHE E FUMO !!


LONDRA 

Un radicale programma di vaccinazione dei bambini contro la futura dipendenza da droghe e fumo e’ allo studio del governo britannico. Lo rivela il domenicale ‘The Independent on Sunday’, secondo il quale il vaccino entro due anni dovrebbe essere disponibile sul mercato. Il ministero dell’Industria e Commercio ha attivato uno speciale progetto per investigare modi per utilizzare gli avanzamenti della scienza nella lotta contro le dipendenze ed il programma di vaccinazione e’ una delle proposte avanzate da un comitato di esperti. I bambini vaccinati una volta diventati adulti non proverebbero lo stato euforico indotto dalle droghe e quindi non avrebbero nessuno stimolo ad assumerle.


VACCINO ANTI-DROGHE-ESPERTI PERPLESSITA’  E CAUTELA

Molta prudenza e tante perplessita’. Gli esperti italiani accolgono con cautela ed una dose di scetticismo la notizia che il governo britannico starebbe studiando un programma di vaccinazione dei bambini contro la futura dipendenza da droghe e fumo. Ed ancora maggiori dubbi suscita l’annuncio che un tale vaccino dovrebbe essere disponibile sul mercato entro due anni.

fonte: Ansa.it

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
2 commenti

Pubblicato da su 22 marzo 2012 in Attualità

 

Tag: , , , ,

MICROCHIP RFID AI BAMBINI:ARRIVA IL TATUAGGIO COL CODICE A BARRE LEGGIBILE ATTRAVERSO UN CELLULARE SMART PHONE.


IMMAGINATE UN MONDO DOVE TATUATE I VOSTRI FIGLI CON UN CODICE A BARRE IDENTIFICATIVO.IMMAGINATE UN MONDO DOVE POTETE MEMORIZZARE TUTTE LE INFORMAZIONI DI VOSTRO FIGLIO DIRETTAMENTE SUL SUO CORPO.ORA NON SERVE PIU’ FARLO,PERCHE’ TUTTO QUELLO CHE VI HO DESCRITTO E’ GIA’ REALTA’.QUELLA CHE STO PER RACCONTARVI E’ LA STORIA DEL CODICE A BARRE QR E DELLA SUA DIFFUSIONE IN AMERICA.UNA STORIA VERA.UNA STORIA DEI GIORNI NOSTRI.

Debbo dire che pur avendo una mente abbastanza elastica e abituata ad ogni tipo di notizia,questa mi ha letteralmente scioccato.Perchè quello di cui vi sto per parlare non è fantascienza.Magari lo fosse.Visitanto il sito Safetytat ho scoperto che esiste realmente un’azienda americana che si offre di tatuare dei bambini con un codice a barre sottocutaneo!Si tratta in sintesi di un “tatuaggio intelligente” temporale dotato di un codice a barre QR(Quick Response). Questo codice a barre, leggibile attraverso un qualsiasi telefono cellulare Smart Phone, riesce a contenere fino a 90 caratteri che possono contenere informazioni sul bambino quali  allergie, eventuali malattie ed ovviamente i numeri di telefono dei genitori da contattare in caso di smarrimento.Una cosa rivoluzionaria davvero.Il che è preoccupante.Pensate ai più ansiosi.Per loro l’invenzione dovrà essere sembrata una vera manna dal cielo..Se a questo aggiungete la “rassicurante” pubblicità che ne fa la compagnia sul proprio sito,il gioco è fatto.Vediamo come promuovono in maniera subdola il prodotto in questa pagina:SafetyTat è orgogliosa di annunciare SafetyTat QR! Quest’ innovativo prodotto combina l’avanzata tecnologia smart phone con  i codici a barre contenuti sul nostro pluripremiato tatuaggio temporaneo. Il risultato è personalizzabile.Una soluzione all’avanguardia semplice,intelligente e sicura.

 

AHH MA HANNO RAGIONE SAPETE?

Spulciando nel sito ne ho trovati tantissimi di questi tatuaggi.. Ben 4 pagine. Che dire non si fanno mancare niente. Vedere per credere.Eccovi un bello screnshot dove vedete la loro vasta offerta: Orsacchiotti, farfalle, dinosauri. Che carini!Quasi quasi mi faccio tatuare anch’io!Tornando seri, la pubblicità è molto accattivante e la cosa preoccupante è questa sostanzialmente. Sembra sia normale far marchiare il proprio figlio.. Ma a che serve questo tatuaggio? Come gli è venuta quest’ideona da premio nobel? Ce lo spiegano sempre loro ovviamente: Perché è stato ideato il Tats SafetyTat Qr?La risposta è semplice: per te! Molti dei nostri affezionati clienti ci aveva chiesto di trovare un modo affinchè il SafetyTats potesse trasportare più informazioni, perciò abbiamo studiato una soluzione. La nostra ricerca ha portato al codice a  barre o “Quick Response” codice che, una volta digitalizzato può contenere una grande quantità di informazioni in un piccolo spazio visivo. Abbiamo anche scoperto che la scansione del codice a barre si effettua ormai ovunque – oltre il 700% nel solo 2010! Qualsiasi smart phone con un applicazione QR può esplorare questi codici istantaneamente e conveniente. (Consulta l’elenco di QR applicazioni di scansione di seguito),Abbiamo quindi trovato la risposta e il risultato è stato il SafetyTat QR!Ferma ferma ferma.Cioè tu genitore col tuo smartphone ti scarichi un’applicazione della tecnologia Qr e scansisci tuo figlio?E che è un bancomat? La domanda mi è sorta spontanea, ma è così. Effettivamente ci sono queste applicazioni di cui l’azienda dà la sua bella lista con tanto di link dove effettuare il download:

  1. i-nigma
  2. Upcode
  3. Quickmark
  4. AT&T
  5. Neoreader
  6. Scanlife
  7. MobileTag

FIN QUI INSOMMA SONO RIMASTO MOLTO SCONCERTATO

Fin qui insomma sono rimasto molto sconcertato.Poi però c’è una parte che sono certo che a tanti di voi invece desterà rassicurazione e magari lo vedrete anche come una cosa buona.Ecco come l’azienda infatti tesse gli elogi del suo prodotto:Con SafetyTat QR, si ha la tranquillità di sapere che tutte le informazioni specifiche necessarie per identificare e proteggere il vostro bambino sono immediatamente accessibili agli adulti,alla polizia,e in primis ai nostri professionisti. E già qua il genitore si sentirà rassicurato nell’impiantare nel figlio quelle informazioni essenziali alla sua sicurezza..L’azienda specifica anche cosa sia meglio scrivere:

Numeri di telefono multipli

-Numero guardia medica e informazioni su eventuali allergie o malattie di cui soffre il bambino

-Istruzioni speciali per il comfort del bambino

-Il tutto per un massimo di 90 caratteri,leggibili con lo smartphone..

Voglio descrivere la cosa con una sola parola: Sconcertante.E’ incredibile arrivare a tatuare i nostri figli per sentirci sicuri.Davvero vogliamo arrivare a questo come in America?Non è forse meglio tenere sott’occhio i propri bambini? Insomma, se si educano bene i propri figli e se li si controlla, non c’è bisogno del tuatuaggio intelligente..

 

IL TATUAGGIO INTELLIGENTE E I LEGAMI CON IL MICROCHIP RFID

Vorrei farvi notare come sia sottile il passaggio dal “tatuaggio intelligente” al “microchip sottocutaneo”. Inizialmente leggiamo qua e là qualche articolo su dei microchip RFID inseriti negli abiti dei bambini all’asilo,poi scopriamo che ora è possibile inserirlo anche in delle scarpe già commercializzate in Francia.. Infine ci viene propinata l’idea di un innocuo tatuaggio temporaneo con un codice a barre,atto alla sicurezza dei nostri piccoli angeli…Non sarà che ci sia un fine più alto?Non è che successivamente si potrebbero consigliare i genitori affinchè volontariamente decidono di inserire un microchip Rfid ai loro figli?Ei genitori rifiuteranno?

 

 

fonte : http://www.free-italy.info

Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

 
11 commenti

Pubblicato da su 19 dicembre 2011 in Attualità

 

Tag: , ,

ALLARME OMS: BASTA CIBO SPAZZATURA AI BAMBINI


L’ALLARME VIENE DALL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’

L’allarme viene dall’Organizzazione mondiale della sanità, che sta invitando i Paesi a prendere misure per ridurre l’esposizione a tali prodotti indirizzati spesso proprio ai bambini, mediante l’attuazione di una serie di misure concordate a livello internazionale. La pubblicità televisiva è responsabile di un’ampia fetta di vendite di cibi malsani e, secondo le revisioni sistematiche di varie ricerche, la pubblicit… influenza le preferenze alimentari dei bambini, le richieste di acquisto e il consumo. Nel maggio 2010, gli Stati aderenti all’Oms hanno approvato una nuova serie di raccomandazioni sulla commercializzazione di alimenti e bevande non alcoliche ai bambini. Le raccomandazioni facevano appello all’azione nazionale e internazionale per ridurre l’esposizione dei bambini a messaggi di marketing che promuovono alimenti ricchi di grassi saturi, grassi idrogenati, zuccheri semplici o sale, e per ridurre l’uso di potenti tecniche di commercializzare di questi alimenti per i bambini. “Le malattie non trasmissibili, come le malattie cardiovascolari, i tumori e il diabete, rappresentano oggi una minaccia importante per la salute umana e sviluppo socioeconomico”, afferma il dottor Ala Alwan, vice direttore generale per le malattie non trasmissibili e la salute mentale. “L’attuazione di queste raccomandazioni dovrebbe essere parte diampi sforzi per prevenire una cattiva alimentazione, che è un fattore di rischio importante per diverse malattie croniche”. Alwan sottolinea come l’attuazione delle raccomandazioni da parte dei Paesi rafforzerà la loro capacità di favorire e incoraggiare sane scelte alimentari dei bambini e promuoverà il mantenimento di un peso corretto. I dati dell’Oms mostrano che 43 milioni di bambini in età pre-scolare in tutto il mondo sono obesi o in sovrappeso.

 

STUDI SCIENTIFICI

hanno provato che una parte significativa della pubblicità televisiva a cui bambini sono esposti promuove prodotti alimentari inutili per la loro crescita e che hanno bassi valori nutritivi, se non nessuno. La cattiva alimentazione è uno dei quattro fattori comuni associati con le quattro principali patologie croniche (tumori, diabete, malattie cardiovascolari e malattie polmonari croniche), che sono responsabili di circa il 60% di tutti i decessi in tutto il mondo, ossia più di 35 milioni di persone ogni anno.Più di 9 milioni di morti sono premature (persone che muoiono prima di raggiungere i 60 anni di età) e sarebbero state evitate conmisure a basso costo a disposizione di tutti i Paesi del mondo, comprese le misure per fermare l’uso del tabacco, ridurre l’uso nocivo di alcol, e per promuovere sana e dell’attività fisica.  I preparativi sono in corso per la prima riunione ad alto livello dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite per laprevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili, che si terrà il 19-20 settembre 2011 a New York.

 

Fonte: http://www.ilnuovomondo.it

 Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

 
2 commenti

Pubblicato da su 13 dicembre 2011 in Multinazionali

 

Tag: , , , ,

UN MILIONE DI BAMBINI SOTTO ANTIPSICOTICI


A LUGLIO IL WASHINGTON POST

ha riferito che Corporate America ha accumulato un cash record di 1,8 miliardi dollari, con la prospettiva di ulteriori incrementi di profitto. Allo stesso tempo, ad un numero record di bambini americani vengono prescritti psicofarmaci tossici in tenera età. Questi due fatti sono collegati.Le grandi aziende private ci hanno rubato miliardi, sfruttando i lavoratori in patria e all’estero – pagando il nostro lavoro meno del suo valore – e licenziando i lavoratori e costringendo il resto a lavorare più duramente per molto meno.

 

ESSE RUBANO ANCHE DAI NOSTRI FIGLI

Sfruttamento e privazioni portano i genitori a sentirsi angosciati, depressi, arrabbiati, ansiosi e distrutti. Si stima che 15 milioni di bambini americani (uno su cinque) vivono con un adulto che ha sofferto di forte depressione nel corso dell’anno precedente. I bambini rispondono al disagio dei genitori con sintomi e comportamenti. Maggiore la difficoltà del genitore, maggiore la difficoltà del bambino.Invece di utilizzare una parte dei fondi aziendali investendo nelle famiglie, i bambini con delle difficoltà sono stati etichettati con disturbi mentali e drogati per la sottomissione. Questi bambini sono stati derubati della loro salute e della speranza di un miglioramento reale nella loro vita.

PER DIVERSI DECENNI

ricercatori come Peter e Ginger Breggin hanno documentato la misura scioccante nella quale i bambini americani vengono drogati con stimolanti e anti -depressivi.Ora, grazie alla potenza di marketing delle ditte farmaceutiche i bambini con difficoltà vengono drogati con potenti antipsicotici. Negli adulti, questi composti tossici aumentano il rischio di ictus, malattie cardiovascolari, obesità, diabete, suicidio, convulsioni, infezioni, insufficienza renale, danni del sistema nervoso e morte improvvisa. Gli effetti sui bambini sono sconosciuti.Nel settembre dello scorso anno, una relazione della Food and Drug Administration ha constatato che il numero di prescrizioni di antipsicotici dispensate ai bambini (0-17 anni) era salito del 22 per cento negli ultimi cinque anni.La FDA ha esaminato sei farmaci antipsicotici : Seroquel ® (quetiapina); Zyprexa ® (olanzapina); Risperdal ® (risperidone); Abilify ® (aripiprazolo); Geodon ® (ziprasidone) e Invega ® ( Paliperidone).Nel 2008, dei 32 milioni di prescrizioni dispensate di questi farmaci, 4,8 milioni sono state distribuite ai bambini (15 per cento del totale).Quello stesso anno, a un milione di singoli bambini sono stati prescritti questi antipsicotici (19 per cento del totale di 5,5 milioni di individui). Ecco i numeri, per fascia di età:1.770 bambini di 0-2 anni

Fonte: http://www.comedonchisciotte.

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 12 ottobre 2011 in Multinazionali

 

Tag: ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: