RSS

Archivi tag: nicotina

TABACCO SENZA NICOTINA – Nuove frontiere per smettere di fumare


tabacco ogmDOPO LE SIGARETTE ELETTRONICHE ARRIVANO LE SIGARETTE OGM INDOVINATE OER COSA?

Per smettere di fumare se ne inventa sempre una.Ormai la crociata contro il fumo è cominciata e guerra sia fino all’ultimo fumatore.Dopo le sigarette elettroniche ecco che arriva il tabacco OGM (da qualche parte l’OGM dovrà pure impiegarsi positivamente!)Sono già in fase di sperimentazione le sigarette prodotte usando tabacco geneticamente modificato.Contiene un tasso di nicotina più basso, addirittura del 97% in meno rispetto alle sigarette normali, senza però presentare alterazioni di odore e sapore.Lo riporta il New York Times, sottolineando che le università del Minnesota e di Pittsburgh effettueranno sei mesi di test su 500 fumatori per valutare se con le sigarette sperimentali è più facile smettere di fumare.Secondo Dorothy Hatsukami ed Eric Donny, i due esperti che guidano lo studio, potrebbero rappresentare «un punto di svolta», e sembra che i risultati dei test effettuati finora siano incoraggianti.Il National Institutes of Health ha acquistato nove milioni di queste sigarette per scopi di ricerca, nell’ambito della campagna antifumo.Le produce un’azienda del Massachusetts, la 22nd Century Group, che detiene 98 brevetti per la manipolazione delle piante di tabacco.

di Massimilla Manetti Ricci

Fonte
Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 13 marzo 2013 in Attualità

 

Tag: , ,

PER SMETTERE DI FUMARE CEROTTI E GOMME ALLA NICOTINA SONO INUTILI


SMETTERE DI FUMARE

è ormai quasi un diktat che la scienza medica, in collaborazione con le leggi in vigore (sempre più severe) e la mutata sensibilità sociale impongono al fumatore. Peccato che questo tipo di pressioni sembrino, a dirla tutta, sortire ben poco effetto su chi il vizio delle “bionde” lo coltiva senza troppi pensieri, specialmente i giovanissimi, che tutto fanno tranne che proteggersi dai potenziali danni che nicotina e tabacco producono sul loro organismo. Come sappiamo, abbandonare le sigarette comporta soprattutto un atto di volontà, e mancando questa, sostenuta da tenacia e costanza, qualunque sistema possiate adoperare non può che risultare un palliativo.A tal proposito, giunge lo sconfortante esito di uno studio promosso dall’Harvard Center for Tobacco Control e condotto nello stato Usa del Massachusetts, che rivela la scarsissima efficacia di dispositivi e articoli farmacologici quali cerotti e gomme da masticare alla nicotina, nel contrastare il vizio del fumo. Sostanzialmente inutili, così vengono bollati questi sistemi dagli autori dello studio, pubblicato sulla rivista Tobacco Control.

SPERAVAMO IN UN RISULTATO BEN DIVERSO

Speravamo in un risultato ben diverso. L’America ha investito milioni di dollari per curare i fumatori con questi prodotti”, ha commentato sconsolatamente uno degli autori della ricerca, che ha coinvolto 1916 individui adulti, il dott. Gregory Connolly. Il campione, costituito da volontari che avevano smesso da poco di fumare, è stato seguito per un periodo di circa sei anni, al fine di valutare la percentuale di “ricadute“, e soprattutto se questa fosse minore in chi aveva usato cerotti e gomme alla nicotina per “aiutarsi”.Alla fine del follow up è apparso tristemente chiaro che: “Chi usa le terapie sostitutive, non ha un vantaggio a lungo termine rispetto a chi sceglie di smettere di fumare contando solo sulle proprie forze”, commenta uno degli autori, Hillel R. Alpert. Insomma, per smettere di fumare, bisogna volerlo fortemente, c’è poco da fare. Tuttavia, segnaliamo che un altro dispositivo qui non considerato, le sigarette elettroniche, secondo uno studio italiano sarebbero invece un valido aiuto contro il tabagismo. Potete provare, ma certo, ribadiamo, senza una feroce volontà, è impossibile smettere di fumare.

fonte : http://salute.pourfemme.it/
Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

 
1 Commento

Pubblicato da su 27 febbraio 2012 in Multinazionali

 

Tag: , , , ,

IL CIBO SPAZZATURA CREA UNA DIPENDENZA SIMILE A QUELLA DA NICOTINA E DROGA


HAMBURGER PATATINE FRITTE MERENDINE DOLCI

Ossia il cibo-spazzatura, crea una dipendenza simile a quella da nicotina e droga.È quanto ha scoperto un’équipe di ricercatori Usa che ha rivelato su ‘Nature Neuroscience’ i meccanismi che danno vita al vincolo e a vere e proprie crisi di astinenza quando si cerca di smettere di mangiare i piatti più saporiti ma meno salutari.Gli autori della ricerca, Paul Johnson e Paul Kenny, dell’Istituto Scripps a Jupiter in Florida, lo hanno dimostrato trasformando ratti di laboratorio in consumatori compulsivi di cibi-spazzatura. Hanno osservato così che, come nella dipendenza da fumo e droga, anche in quella dal cibo-spazzatura si indebolisce l’attivazione dei circuiti cerebrali della ricompensa, che in condizioni normali scattano immediatamente quando si vive un’esperienza piacevole.

 HANNO DATO ALLE CAVIE  BACON SALSICCE DOLCI E CIOCCOLATO

Gli animali hanno così gradito il nuovo cibo che sono rapidamente ingrassati. In poco tempo è precipitata la loro sensibilità alla ricompensa, proprio come avviene in chi è dipendente da droghe. I ricercatori hanno anche appurato che nei ratti come nell’uomo, la dipendenza impedisce di interrompere l’assunzione di una sostanza anche quando è chiaro che questa è pericolosa per la salute.Hanno così associato il consumo dei cibi ipercalorici alla comparsa di un segnale luminoso e a un dolore ad una zampa: non appena si accendeva la luce i ratti normali rinunciavano volentieri allo stuzzichino pur di non provare dolore, mentre i ratti obesi e dipendenti continuavano a mangiare.

Fonte: salute.agi.it

Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

 
1 Commento

Pubblicato da su 27 gennaio 2012 in Multinazionali

 

Tag: , , , ,

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: