RSS

A CAGLIARI – Produzione di auto ad aria compressa

24 Gen

LA MINI VETTURA AD ARIA COMPRESSA SI CHIAMA AIRPOD

costerà 7000 euro, raggiungerà la velocità massima di 80 km all’ora Non avrà volante ma un joystick che consentirà di parcheggiarla in verticale.«Metti l’ aria nel serbatoio dell’ auto». Sarà probabilmente una frase del genere che ci sentiremo dire dalla metà del 2013, data in cui sarà commercializzata la : la AirPod prodotta dalla Motor Development International (Mdi) in partnership con Tata Motors, super leggera ed alimentata ad aria appunto; 7 Kw per una velocità massima di 80 km/h e presentata ieri nell’area portuale di Cagliari. Costerà 7000 euro e il primo modello ad arrivare sarà una city car, seguito poi da una gamma infinita di modelli, dalla berlina da famiglia alla vetturetta per 14enni al bus, passando per il veicolo commerciale, il trattore e il container. Non manca nulla, perfino un motore da attaccare a casa ad una presa di corrente per usarlo come generatore in caso di emergenza.

 

QUESTA AIRPOD POTREBBE ESSERE UN OTTIMA ALTERNATIVA AL COSTO DEI CARBURANTI TRADIZIONALI

all’inquinamento dei motori a scoppio e all’inesorabile consumo del petrolio. Dice l’ imprenditore Massimo Locci che delle 20 fabbriche che si prevede di costruire sul territorio italiano «quella in Sardegna sarà la prima, giacché la Sardegna deve avere un ruolo guida nella produzione dei veicoli alimentati ad energia alternativa. Il mondo cambia velocemente e la tecnologia non può attendere i tempi della burocrazia». Proprio per questo il presidente dell’ Autorità portuale Piergiorgio Massidda è intenzionato in ogni modo ad andare incontro al progetto di Locci e compagni concedendo i 900 ettari del porto canale e anticipando di voler realizzare il porto franco fiscale di cui ha parlato con il presidente del consiglio Monti, per realizzare il “Green Port” e farne la porta dell’ Africa sia in entrata che in uscita, «dato che il futuro è in quei mercati». Guy Negre, fondatore della Mdi, un passato in Formula1 con la Wiliams, accetta di rispondere ad alcune domande. «La piccola AirPod- dice – ha 7 Kw, e una velocità massima di 80 Km/h, si ricarica in 3 minuti». Inoltre come aggiunge il socio Verdiani «avremo una fabbrica a Km 0. L’ 80% del veicolo sarà prodotto in loco, dando lavoro e lasciando quindi i soldi sul territorio. E fa notare come l’ auto si piloti con un joystick elettromeccanico che permette di parcheggiare anche verticalmente rispetto al marciapiede facendo scendere i passeggeri sempre direttamente su questo, in totale sicurezza.prima auto ad aria compressa

di Michele Ciampi – La Nuova Sardegna
Fonte
Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

Annunci
 
5 commenti

Pubblicato da su 24 gennaio 2013 in Attualità

 

Tag: , , ,

5 risposte a “A CAGLIARI – Produzione di auto ad aria compressa

  1. pio

    24 gennaio 2013 at 13:31

    Speriamo bene
    Non è la prima volta, occorre ricordare che qualche anno fa doveva partire un proggetto analogo.
    Lo sviluppo di prodotti alternativi, ora che c’è la crisi, magari avranno successo.
    Sinceri auguri.

     
  2. Sangalli Mirco

    29 gennaio 2013 at 14:20

    purtroppo l’auto ad aria compressa non potra mai funzionare BENE a sufficienza…. se non per centri commerciali ed aeroporti….per calcolare la potenza delle pompe idropneumatiche si calcola pressione x litri al minuto : coefficiente 520
    SIGNIFICA che per immagazzinare a resa (impossibile) 100% l’equivalente di una batteria 80Ahx12 = 1 kWh….servono 156 litri a 200 bar (: coefficiente 31200)….con peso piu alto e resa molto molto inferiore…per la perdita di termica
    NB: 1kWh rende come 300cc di benzina o gasolio

     
  3. ciack

    1 febbraio 2013 at 12:18

    “QUESTA AIRPOD POTREBBE ESSERE UN OTTIMA ALTERNATIVA “… ocio agli apostrofi!

     
  4. giovanni

    3 febbraio 2013 at 16:39

    mi piacerebbe sapere quano verrà commercializzata
    per procedere all’ acquisizione

     
  5. Christian

    13 febbraio 2013 at 12:39

    Si potrebbero utilizzare nei centri cittadini. I comuni, province, autotrasporti locali potrebbero adottare questi automezzi con un risparmio concreto della spesa pubblica.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: