RSS

IL BICARBONATO ANTICANCRO INGUAIA LE CASE FARMACEUTICHE

05 Oct

 

 Dr.MARK PAGEL DELLA UNIVERSITY OF ARIZONA CANCER CENTER

riceverà 2 milioni di dollari dal National Institutes of Health per studiare l’efficacia della terapia personalizzata con bicarbonato di sodio per il trattamento del cancro al seno. In realtà, il bicarbonato di sodio è una delle cure più efficaci contro malattie acute come influenza e raffreddore, inoltre, se assunto per via orale e transdermica, ecco che il bicarbonato diventa una prima cura per il trattamento del cancro, malattie renali, diabete e, come detto prima, raffreddore e influenza.In sostanza, il bicarbonato agirebbe sul grado di acidità del nostro sangue. Il pH del nostro sangue e dei nostri fluidi corporei non rappresenta altro che il nostro stato di salute e il bicarbonato rappresenterebbe un vero e proprio regolatore del pH agendo direttamente sul livello acido-alcalino alla base della salute umana.La scala del pH è come un termometro del nostro stato di salute a tal punto che valori al di sopra o al di sotto di 7,35-7,45 possono segnalare sintomi di malattie o patologie gravi. Difatti, quando il corpo non riesce più a neutralizzare gli acidi, essi vengono trasferiti nei fluidi extracellulari e nel tessuto connettivo recando danni all’integrità cellulare. Tanto più il nostro sangue è acido, tanto più manca ossigeno, elemento fondamentale per il funzionamento delle nostre cellule.

 

PER FARVI UN ESEMPIO

Un lago colpito da piogge acide, vedrà i suoi pesci morire soffocati per non disponibilità di ossigeno. Per riportare il lago in vita, e per portare ossigeno, bisogna alcalinizzare l’acqua. Questo esempio è fondamentale in quanto il cancro è sempre legato ad un ambiente acido (mancante di ossigeno). Un altro esempio è riconducibile all’effetto negativo dello smog e dell’inquinamento. Come sappiamo, l’inquinamento diminuisce l’ossigeno e ben conosciamo come l’inquinamento influisce in modo negativo sul nostro stato di salute. In tutto ciò, per praticare la cura del pH, non bisogna essere medici ma bisogna semplicemente capire qual è il funzionamento della cura e agire di conseguenza.Quali ripercussioni per le case farmaceutiche? Sicuramente risentirebbero negativamente in quanto diminuirebbero domanda e consumi per medicinali chemioterapici, per la cura del cancro in genere, per la cura delle malattie come diabete e malattie più comuni come influenza e raffreddore. Un bel problema per le case farmaceutiche, un problema risolto per la nostra salute e per il nostro benessere.

Di – David Pascucci

Fonte : ibtimes.com

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

 
18 commenti

Pubblicato da su 5 ottobre 2012 in Multinazionali

 

Tag: , , ,

18 risposte a “IL BICARBONATO ANTICANCRO INGUAIA LE CASE FARMACEUTICHE

  1. icittadiniprimaditutto

    5 ottobre 2012 at 07:32

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

     
  2. ivy Fischer

    5 ottobre 2012 at 08:28

    vorrei sapere come si deve fare per alcalinizzare il corpo. Grazie

     
    • Laura

      7 ottobre 2012 at 07:13

      io prendo magnesio ogni giorno…

       
    • Cri

      7 ottobre 2012 at 11:07

      non mi ricordo dove l’ho letto ma so che un limone spremuto, un cucchiaino da the di bicarbonato di sodio in 230 ml di acqua, tutto sciolto e bevuto (chi dice subito chi dice lentamente) puo’ essere un’ottima alcalinizzazione. Prova. Cri

       
  3. patrizia preite

    8 ottobre 2012 at 07:59

    vorrei mandare questi post via e-mail ad una persona che non usa fb, ma non riesco

     
    • pjmanc

      8 ottobre 2012 at 09:21

      Copia l’indirizzo del articolo che ti interessa e incollalo sulla mail il link dovrebbe “in automatico”diventare cliccabile.

       
  4. andrea

    8 ottobre 2012 at 10:01

    ma da dove hai preso la notiza David Pascucci? Perchè sul sito del times (http://www.ibtimes.com/) qualunque ricerca in merito a bicarbonato (bicarbonate) è infruttuosa.
    Pubblica per cortesia il link alla notizia originale di modo che si possa capire che questa che scrivi è reale.
    grazie

     
  5. donatella

    8 ottobre 2012 at 20:44

    Cercate anche Tullio Simoncini, lui è un precursore dell’uso del bicarbonato di sodio nella cura dei tumori.

     
  6. Giovanni

    9 ottobre 2012 at 13:31

    Evitate di dare in questo modo le notizie : rischiate di dare false speranze, anzi, “quasi certezze”. C’è già, nelle risposte, chi tira fuori Simoncini, che ha espresso la teoria (solo sua e indimostrata) che la patologia tumorale sia di origine micotica. Siccome le micosi sono sfavorite in ambiente alcalino … anche i tumori …
    In vitro alcune ricerche recenti condotte negli USA hanno dimostrato che le cellule tumorali sono rallentate in ambiente alcalino, il che potrebbe quindi favorire l’azione chemioterapica mirata. Nello stesso tempo, però, in vivo, hanno dimostrato che si favorirebbe, forse, la dispersione delle cellule con metastasi più frequenti e che, per raggiungere il Ph alcalino necessario, si porterebbe l’organismo a gravi stati di alcalosi, compromettenti la vita.  Il Simoncini è stato radiato dall’Ord. dei Medici anni fa e condannato anche per omicidio colposo, sia qui che in Canada, dove si era ritirato a continuare le sue terapie con … effetti tragici. Pubblicità fasulla, con finti caso di guarigione, tanti bei soldini per la cura ecc., complicanze dovute a tentativi d’immissione arteriosa della soluzione di bicarbonato in regioni vicine al tumore … insomma, un disastro.
    Mi dispiace. Lasciamo svolgere la Ricerca seria, prima di sparare cavolate, altrimenti potremmo domandarci : a quando consigli su maghi, guaritori, chirurghi che operano con le mani, senza bisturi, sciamani che curano con le erbe, sieri di Bonicio e simili, urina di capra (come un “famoso” oncologo genovese … .?!!
    Per curiosità leggere :  http://it.wikipedia.org/wiki/Il_cancro_è_un_fungo

     
  7. sabrina

    10 ottobre 2012 at 07:16

    un bel problema non solo per le case farmaceutiche ma anche per i milioni di operai che ci lavorano ….

     
    • Arnesis

      11 novembre 2012 at 08:42

      Finiamola con le solite leggende! Il cancro si curerebbe con il bicarbonato, con l’aloe, ecc. e guarda al caso le case farmaceutiche ce lo tiene nascosto per tutelare i propri interessi!? Ma vi prego signori…ragionate, anche i medici e i ricercatori si ammalano di cancro e muoiono, se fosse così semplice curare il cancro chiunque vi ricorrerebbe e nessuno morirebbe! Gli interessi e profitti delle case farmaceutiche esistono come esistono in tutti gli altri campi, ma affermare che il cancro è una malattia curabile con mezzi semplici è da PAZZI! Anche il pomodoro in virtù del licopene ha proprietà anticancro, come i broccoli che contiene suforafano ha proprietà protettive contro i tumori, ma affermare che possano guarire i tumori è follia. Inoltre se parliamo di interessi e speculazioni sappiate che il Dottor Simoncini chiedeva compensi anche di 20.000 euro per fare iniezioni di piccole dosi bicarbonato, ma alla fine la gente moriva lo stesso.

       
    • fede

      1 marzo 2013 at 07:59

      Certo Sabrina, quindi meglio un mondo di ammalati di cancro che “non” si curano con la chemioterapia che qualche centinaio di operai che si ricollocano. Io ti immagino Sabrina, devi essere una persona che nella vita ha concluso poco, vede la vita da una finestrella, vede gli altri che vivono ma lei è li nella sua stanzetta, al sicuro ma insoddisfatta, subisce supinamente gli eventi perchè poi chissà che cosa succede e nella sua testolina vine fuori un’idea fantastica: pensa che disgrazia se trovassero la cura per il cancro…qualche “povero” operaio potrebbe rimanere senza lavoro..e pensa ai figli, poverini!!!! No No meglio che il cancro continui a mietere milioni di vittime e speriamo Dio ci mandi qualche altra malattia, così l’occupazione aumenta!!!!!!

       
  8. franco liberatore

    16 ottobre 2012 at 08:35

    Immancabili i detrattori, chissà come mai sempre presenti, accorati e dotati di buona dialettica, notizie contrastanti belle pronte (sempre molto/troppo simili a quelle divulgate dai messmedia, che é notorio sono dalla parte del più forte, ovvero di chi paga) e arte di convincimento. Tutta questa abilità ha un costo immagino.. Chi potrebbe sostenerlo? I piccoli ricercatori solitari o le grandi multinazionali farmaceutiche?
    É un grande bene che persone come Simoncini, Pantellini (del quale esiste la Fondazione a Firenze, potete informarvi sull’uso di Ascorbato di Potassio + Ribosio), Di Bella, Hulda Clark e tanti altri (non solo in campo medico ma in ogni forma di ricerca volta al bene) non hanno avuto la paura di perderci la faccia in pubblico (in molti casi anche la vita) piuttosto di non perderci l’anima come le farmaceutiche e CHI lavora (sporco) per loro.

     
  9. franco liberatore

    16 ottobre 2012 at 08:41

    Immancabili i detrattori, chissà come mai sempre presenti, accorati e dotati di buona dialettica, notizie contrastanti belle pronte (sempre molto/troppo simili a quelle divulgate dai massmedia, che é notorio sono dalla parte del più forte, ovvero di chi paga) e arte di convincimento. Tutta questa abilità ha un costo immagino.. Chi potrebbe sostenerlo? I piccoli ricercatori solitari o le grandi multinazionali farmaceutiche?
    É un grande bene che persone come Simoncini, Pantellini (del quale esiste la Fondazione a Firenze, potete informarvi sull’uso di Ascorbato di Potassio + Ribosio), Di Bella, Hulda Clark e tanti altri (non solo in campo medico ma in ogni forma di ricerca volta al bene) non abbiano avuto la paura di perderci la faccia in pubblico (in molti casi anche la vita) piuttosto di non perderci l’anima come le farmaceutiche e CHI lavora (sporco) per loro. Ringraziarli é il minimo, diffamarli diabolico.

     
  10. èsemprelortolanocheselapiainderposto

    11 febbraio 2013 at 18:16

    Big Pharma se ne frega della saulte della gente, a Big Pharma e ai suoi burattini benpagati interessano solo i soldi e il potere. La ricerca scientifica è morta da un pezzo, c’è rimasto solo il businness. I veri ricercatori vengono denigrati, poi ridicolizzati, e poi, se solo provano a mettere in forse i grossi interessi economici in gioco, vengono fatti fuori, gli viene distrutta la carriera, fino ad arrivare alla eliminazione fisica, se necessario: così vengono “suicidati” e non rompono più le scatole. Questo succede in tutti i campi dello scibile e delle attività umane: medicina, politca, tecnologica, giornalismo, finanza, ecc.
    Siamo tutti dei pupazzi in mano alla massoneria,, a sua volta in mano ai grandi burattinai.

     
  11. Oreste Marini

    16 febbraio 2013 at 08:59

    Queste notizie NEXUS le ha pubblicate parecchio tempo fà,è avanti un anno,e non solo in questo campo.Franco liberatore non ha citato altri come la Caisse,alla quale il governo Canadese aveva aperto una clinica,e riconosciuto ufficialmente che guariva i tumori.improvvisamente ,chiuso tutto e la solita denigrazione,discorsi triti e ritriti.Gherson,che Veronesi definisce al massimo una dietina a base di verdure,Lui che inneggia agli OGM dicendo che sono buoni e fanno bene ,è vegetariano, La vitamina B 17 e altre metodologie che nessuno si sente di sperimentare,perchè se ti dicono hai un tumore,non sei più in grado di ragionare,ma,schiavo della scienza medica e pertanto chemioterapia. Gli oncologi americani sotengono :di tumore si può guarire,di chemioterapia si muore,Hammer,che la scienza ufficiale ha dovuto amettere che le diagnosi non le sbaglia mai,e via dicendo.Poi non mi spiego, che, se muore un paziente a Simoncini, denunciato e condannato per omicidio,anche se chi si è rivolto a lui,era stato mandato a morire a casa,perche oramai spacciato.Se muore all’ospedale per effetto della chemioterapia è la volontà di DIO.
    Non so se siete documentati ma la percentuale delle guarigioni e fatta in un lasso di tempo di 5 anni.Se in questi 5 anni non sviluppi un tumore vai nella percentuale delle guarigioni,anche se nel frattempo sei morto di effetti collaterali o ha sviluppato un tumore dopo il quinto anno..La discussione è aperta avanti,a forza di parlarne……….

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 595 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: