RSS

COME TI TRASFORMO IL BANCALE IN UNA CUCINA ECOSOSTENIBILE+ video

17 Giu

METTI INSIEME UN CERTO NUMERO DI BANCALI DI VARIE DIMENSIONI RECUPERATI DALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

Un piano in vetro, un piano cottura, un forno, un lavello e qualche lattina in alluminio. Ed ecco pronta la tua nuova cucina ecologica, sostenibile, funzionale ed economica, realizzata con materiali interamente riciclabili e vernici naturali. Si chiama “Paletina”, ideata da Alessandra Sansone e Paco Serinelli di Anatomica Design per il Concorso Eco Kitchen 2012 e si presenta come un’isola costituita da due moduli. Il primo è un modulo operativo che contiene le attrezzature e gli impianti per luce, acqua e gas; il secondo è un modulo di appoggio e condivisione formato dal tavolo sopra il quale è posto un piano in vetro.

LA FORMA DEI BANCALI E IL LORO ASSEMBLAGGIO DINAMICO

Permettono alla cucina di trasformarsi in un grande contenitore con vani per le stoviglie e ripiani per bottiglie e prodotti mentre, nella sezione dedicata alla preparazione, trovano spazio piani intercambiabili (legno, pvc o marmo), secondo ciò che si vuole cucinare.Il tutto è direttamente collocato sopra una pedana con struttura a pallet, rivestita con legno di scarto riverniciato.Persino le lampade, posizionate proprio sopra l’isola per fornire una luce diretta, sono state riciclate usando barattoli di salsa di pomodoro.Insomma, qui il concept è davvero eco e sostenibile, al top.

Ecco quindi gli ingredienti per una gustosa ricetta:

6 bancali da 120×80 cm
3 bancali tipo americano da 100×120 cm
1 bancale da 60×80 cm
1 bancale tipo americano da 130×110 cm
1 bancale da 100×80 cm
1 piano in vetro stratificato
1 piano cottura
1 forno elettrico
1 lavello

Assemblare con cura e… buon appetito!


Di-Elena Bozzola
fonte : http://www.architetturaecosostenibile.it

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 17 giugno 2012 in Attualità

 

Tag:

Una risposta a “COME TI TRASFORMO IL BANCALE IN UNA CUCINA ECOSOSTENIBILE+ video

  1. icittadiniprimaditutto

    17 giugno 2012 at 15:28

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: