RSS

DAL PORTA A PORTA AI GAS -VOLA LA SPESA ALTERNATIVA A CHILOMETRO ZERO

23 Mag

DALLE VENDITE “PORTA A PORTA” AI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALE “GAS”

Fino alla spesa a chilometro zero fatta direttamente dal produttore. In tempi di crisi, vola la spesa alternativa. È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti.In tempi di crisi, vola la spesa alternativaDalle vendite porta a porta ai gruppi di acquisto solidale (Gas) fino alla spesa a chilometri zero, direttamente dal produttore. Con la crisi vola la spesa alternativa in netta controtendenza rispetto a quella tradizionale. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia che parallelamente agli acquisti a domicilio aumenta anche chi preferisce fare la spesa direttamente dai produttori nelle aziende agricole o nei mercati di ‘campagna amica’ dove hanno fatto la spesa oltre 9 milioni di italiani.Una tendenza positiva – sottolinea la Coldiretti – come quella registrata dalla vendita del cibo a domicilio che ha chiuso il 2011 con un aumento del giro d’affari del 3,4% rispetto al 2010, assestandosi sugli oltre 223 milioni di euro. Sono oltre 800 i gruppi di acquisto solidale (Gas) strutturati presenti lungo tutto il territorio nazionale anche se una maggiore concentrazione si segnala in Lombardia, Toscana, Piemonte, Veneto ed Emilia-Romagna.

NEGLI ULTIMI TRE ANNI

– continua la Coldiretti – sono peraltro raddoppiati i gruppi di acquisto formati da condomini, colleghi, parenti o gruppi di amici che decidono di fare la spesa insieme per ottenere condizioni vantaggiose, ma soprattutto per garantirsi la qualità degli acquisti. Accanto a queste realtà che dispongono di una vera e propria struttura organizzativa, si contano – sottolinea la Coldiretti – decine di migliaia di iniziative spontanee che ‘nascono’ e ‘muoiono’ in continuazione nei palazzi, nei posti di lavoro, nei centri sportivi e ricreativi sulla base di semplici accordi verbali. Un crescente numero di gruppi di acquisto nasce in realtà per assicurarsi – continua la Coldiretti – l’origine, la genuinità dei prodotti che si portano in tavola. Un obiettivo che spesso viene soddisfatto attraverso acquisti di prodotti a chilometri zero offerti anche attraverso l’unica rete di vendita diretta certificata sul territorio che ha fatto segnare un fatturato di 489 milioni di euro solo negli 878 mercati ai quali si aggiungono 3.972 aziende agricole, 670 agriturismi, 163 botteghe per un totale di 5.683 punti vendita di ‘campagna amica’.Nei mercati degli agricoltori di campagna amica – precisa la Coldiretti – si trovano prodotti locali del territorio che non devono affrontare lunghi e costosi trasporti, messi in vendita direttamente dall’agricoltore nel rispetto di precise regole comportamentali e di un codice etico ambientale, sotto la verifica di un sistema di controllo di un ente terzo. Un’alternativa ai normali acquisti in un paese come l’Italia dove – conclude la Coldiretti – l’88 per cento delle merci viaggia su strada e si stima che un pasto percorra in media quasi 2mila chilometri prima di giungere sulle tavole, con effetti sui prezzi e sull’inquinamento ambientale.
fote : http://www.ilcambiamento.it

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 23 maggio 2012 in Attualità

 

Tag: , , , ,

2 risposte a “DAL PORTA A PORTA AI GAS -VOLA LA SPESA ALTERNATIVA A CHILOMETRO ZERO

  1. tony

    23 maggio 2012 at 06:37

    Gasato da qualche anno, impegnativo ma entusiasmante. Salti tutti gli intermediari, dai lavoro e da vivere a persone che altrimenti verrebbero massacrate dalla grande distribuzione. Fino ad oggi non c’è paragone come qualità tra quello che acquistiamo come G.A.S. e quello che acquistavamo prima dalla grande distribuzione. Se vogliamo cambiare il mondo dobbiamo farlo noi, loro non lo faranno mai.

    “Non chiedete che cosa il vostro paese può fare per voi, ma cosa voi potete fare per il vostro paese” (20 gennaio 1961)

    John Fitzgerald Kennedy

     
  2. giancarla

    12 giugno 2012 at 17:05

    e che dire dei venditori di campagna amica che vanno ad acquistare dal grossista e poi fanno passare la merce di loro produzione …..consumatori aprite gli occhi …

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: