RSS

LE TAPPE VERSO LA VITA ARTIFICIALE

20 Apr

DALLA PRIMA SINTESI DEL DNA ALLA BIOLOGIA ALTERNATIVA

La corsa verso la vita artificiale é cominciata negli anni ’50, con le ricerche che nel 1956 portarono Arthur Kornberg ad ottenere in laboratorio la prima sintesi di Dna, premiate con il Nobel nel 1959. Da allora gli strumenti a disposizione dei genetisti sono diventati molto piu’ sofisticati al punto che oggi è stato ottenuto in laboratorio un sosia artificiale del Dna capace di replicarsi e di evolversi. E’ un risultato che apre le porte a quella che gli esperti definiscono già una “biologia alternativa”, che suggerisce ricerche al limite della fantascienza sull’origine della vita o sulla ricerca di forme di vita aliene, ma che potrebbe portare in breve tempo anche tradursi in nuove armi al servizio di future cure, per esempio contro infiammazioni e tumori. L’arrivo del Dna sintetico chiamato Xna, è il più importante risultato scientifico ottenuto da quando, nel maggio 2010, è stata messa a punto la prima cellula artificiale. Ecco finora le principali tappe raggiunte nella corsa alla vita artificiale: – giugno 2007: primo cromosoma artificiale. Il gruppo di Venter riproduce fedelmente in laboratorio il Dna di un batterio chiamato Mycoplasma mycoides. – agosto 2009: il Dna naturale del batterio Mycoplasma mycoides viene trapiantato nel batterio di una specie molto vicina, il Mycoplasma capricolum. A raggiungere il risultato è ancora una volta il gruppo di Venter.

 

MAGGIO 2010 IL DNA ARTIFICIALE

copia del Dna del Mycoplasma mycoides, è stato trasferito nel batterio Mycoplasma capricolum, che diventa così la prima cellula naturale controllata da un programma genetico costruito in laboratorio. Lo stesso gruppo di ricerca sta lavorando adesso per ottenere il Mycoplasma laboratorium, ossia un batterio costruito su misura per svolgere determinati compiti e diverso da qualsiasi organismo esistente in natura. – oggi: nel tentativo di ricostruire le prime cellule comparse sulla Terra, il gruppo britannico del Medical Research Council (Mrc) coordinato da Vitor Pinheiro dimostra che il primo Dna completamente sintetico, chiamato Xna, è un sosia perfetto del Dna naturale e, come questo, è in grado di immagazzinare informazioni e di evolversi. E’ alle porte un cambiamento cruciale, che costringerà a ripensare i confini fra biologico e artificiale e a rivedere lo stesso concetto di vivente.

fonte : ansa.it/scienza/notizie/rubriche/biotech/2012/04/20/tappe-verso-vita-artificiale_6747404.html?idPhoto=1

Redatto da Pjmanc: http://ilfattaccio.org

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 20 aprile 2012 in News

 

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: