RSS

FISICA- I NEUTRINI NON SONO PIU’ VELOCI DELLA LUCE SCOPERTO UN ERRORE NELLE MISURAZIONI DEL CERN

23 Feb

LA SCOPERTA SHOCK 

era stata annunciata dopo gli esiti degli esperimenti effettuati nell’acceleratore di particelle Lhc, ma ora la ricerca viene molto ridimensionata Clamoroso dietrofront: Albert Einstein e la sua teoria della relatività sono salvi. I neutrini non sono infatti più veloci della luce come annunciato a settembre dal team dell’esperimento Opera dell’acceleratore di particelle Lhc del Cern di Ginevra. Secondo quanto riferisce FoxNews la sorprendente misurazione sarebbe dovute a un’anomalia nel funzionamento degli apparati utilizzati.In particolare il dato sorprendente che fece il giro del mondo è dovuto ad un errore di connessione nel cavo di fibra ottica tra un rilevatore Gps ed un computer usato per calcolare il tempo in cui i neutrici furono sparati dall’Lhc a Ginevra al laboratorio dell’Infn sotto il Gran Sasso, distante oltre 700 km. All’epoca i neutrini risultarono 60 nanosecondo più veloci della luce.A scoprire l’anomalia negli strumenti di misura è stato lo stesso gruppo di ricerca italiano dell’esperimento Cngs (Cern Neutrino to Gran Sasso), nel quale un fascio di neutrini viene “sparato” dal Cern di Ginevra ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’Istituto Nazionale di Fisica nucleare (Infn). I ricercatori sono gli stessi che lavorano al rivelatore Opera e che esattamente cinque mesi fa, il 23 settembre 2011, avevano notato che i neutrini
fonte : http://www.tgcom24.

Redatto da Pjmanc http:/ ilfattaccio.org

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 23 febbraio 2012 in News

 

Tag: , , , ,

2 risposte a “FISICA- I NEUTRINI NON SONO PIU’ VELOCI DELLA LUCE SCOPERTO UN ERRORE NELLE MISURAZIONI DEL CERN

  1. icittadiniprimaditutto

    23 febbraio 2012 at 09:52

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

     
  2. leoniDAM

    23 febbraio 2012 at 16:01

    In realtà nessuno ha mai annunciato che i neutrini potessero viaggiare più veloci della luce. Quello che fu annunciato fu ben altro, i ricercatori si limitarono a rendere pubbliche, al fine di ottenere contributi dalla comunità scientifica internazionale, le misurazioni specificando chiaramente che non si attendevano interpretazioni teoriche del fenomeno, ma che si riservavano di studiare ulteriormente le misurazioni al fine di escludere eventuali errori strumentali, errori che oggi sembrano essere stati trovati

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: