RSS

COMMERCIO DI OPPIO IN AFGHANISTAN GESTITO DAI MILITARI AMERICANI

07 Dic

L’AFGANISTAN E’ IL PIU’ GRANDE PRODUTTORE 

E esportatore di oppio nel mondo di oggi, coltivando il 92 per cento del mercato dell’oppio mondiale. Ma ciò che può scuotere molti è il fatto che l’esercito statunitense ha avuto specificamente il compito di sorvegliare i campi di papavero afgani, da cui deriva l’oppio, al fine di proteggere questo settore multimiliardario che arricchisce Wall Street, la CIA, MI6, e vari altri gruppi che traggono grande profitto da questo traffico illecito di droga. Prima dei tragici eventi dell’11 settembre 2001, l’Afghanistan non era certo un giocatore in crescita nel mondo del papavero, che viene utilizzato per produrre sia eroina illegale che morfina di classe farmaceutica. In realtà, i talebani erano stati attivi nel distruggere i campi di papaveri come parte di uno sforzo per liberare il paese da questa pianta nociva, come è stato riportato dal Pittsburgh Post-Gazette il 16 febbraio 2001, in un pezzo intitolato “la produzione di oppio nazione praticamente spazzata via”. Ma dopo l’11 settembre, il complesso militare-industriale statunitense invase rapidamente l’Afghanistan e cominciò a facilitare la reintegrazione del settore del papavero nel paese.

 

SECONDO IL PROGRAMMA DELLE NAZIONI UNITE

Per il controllo della droga (UNDCP), la coltivazione di oppio è aumentato del 657 per cento nel 2002 dopo che le forze armate Usa hanno invaso il paese sotto la direzione dell’allora presidente George W. Bush (http://www.infowars.com/fox -news-ma …). Più di recente,The New York Times(NYT) ha riferito che il fratello dell’attuale presidente afghano Hamid Karzai era stato effettivamente sul libro paga della CIA per almeno otto anni prima di queste informazioni diventassero pubbliche nel 2009. Ahmed Wali Karzai è stato un giocatore fondamentale per ripristinare il traffico di droga nel paese, noto come Golden Crescent, e la CIA ne ha finanziato il tentativo dietro le quinte (http://www.infowars.com/ny-times-af …). “Il commercio della droga Golden Crescent, lanciato dalla CIA nei primi anni 1980, continua ad essere protetto dai servizi segreti americani, in collegamento con le forze di occupazione NATO e le forze armate britanniche“, ha scritto il Prof. Michel Chossudovsky in un rapporto del 2007, prima che fosse rivelato che Ahmed Wali Karzai era stato sul libro paga della CIA. “Il ricavato di questo lucroso contrabbando di miliardi di dollari sono depositati nelle banche occidentali. Quasi la totalità dei ricavi derivano per gli interessi aziendali e organizzazioni criminali fuori dell’Afghanistan” (http://www.thirdworldtraveler.com/A …). Ma i mezzi di comunicazione mainstream diffondono una storia diversa al pubblico americano. FOX News, per esempio, ha mandato in onda un pezzo di propaganda nel sostenere che il personale militare si trovano a dover proteggere i campi di papavero afgano, piuttosto che distruggerli, al fine di mantenere la gente del posto felice e per evitare un potenziale “rischio sicurezza” nel 2010. Così, mentre decine di migliaia di americani continuano a essere feriti o uccisi ogni anno da overdose da farmaci provenienti da questo commercio illegale di oppio, e mentre la coltivazione di piante innocue come la marijuana e la canapa rimane illegale negli Stati Uniti, l’America militare resta attivamente a guardia dei campi di papavero in Afghanistan che alimentano il commercio globale della droga. C’è qualcosa di terribilmente sbagliato in questo quadro.

 

Fonte : AltraNews

Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

 

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 7 dicembre 2011 in Attualità

 

Tag: , ,

2 risposte a “COMMERCIO DI OPPIO IN AFGHANISTAN GESTITO DAI MILITARI AMERICANI

  1. Latasha

    6 gennaio 2012 at 02:37

    Good to see real expertise on display. Your contribtiuon is most welcome.

     
  2. Vicki

    6 gennaio 2012 at 09:12

    Yours is a cleevr way of thinking about it.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: