RSS

LA FESTA PER MOLTI E’ FINITA

06 Dic

 DAL 1989 MOLTE COSE SONO ACCADUTE NEL MONDO

Non è una data casuale il 1989 rappresenta la fine di un epoca, la fine di un modello. Con il crollo del muro di Berlino è crollato il modello antagonista del moderno Capitalismo “post Fordista “; da allora sono passati 22 anni con un unico modello sociale e globale .Esso ha generato un mondo governato, non dalla sovranità dei territori ma dalla finanza e il mercato globale, dove l’ unico valore riconosciuto in maniera globale e il denaro Dollari o Euro gestito da potenti organizzazioni le banche centrali “in mano a privati”, la FED Americana o la BCE Europea che potrebbe avvicinarsi quel modello per le note necessità. La crisi economica del 2008 ha evidenziato un problema sistemico di un modello sociale basato fondamentalmente sul egoismo individuale accentuato dal modello capitalista, dove etica , moralità e bene comune vengono menzionati ma mai praticati come fondamento. Del resto come e possibile unire le due cose cosi opposte, forse e possibile un Capitalismo virtuoso dove convivono il bene comune e forte individualismo?

 NEL CONTESTO ATTUALE

Abbiamo vissuto gli ultimi 30 anni nei paesi “Civilizzati Europa e America del Nord” un benessere abbastanza diffuso “famosa massima dei due terzi si e un terzo no” , di pari passo e aumentato l’ indebitamento che tutti gli stati hanno, chi più chi meno ed una generalizzata perdita di valori fondamentali per una buona convivenza in questa globalità. Ma il potere del denaro é riuscito in qualche maniera a creare un equilibrio sociale per ora…….., forse perché in maniera diversa c’è ne per tutti, assieme a sistema politico oligarchico fatto di rassicurazioni e promesse.Promesse di un consumismo “molti lo confondono con il benessere” in eterna crescita, promessa di uno standard di vita perfetto,felice dove il mercato e la finanza non ha bisogno di regole.Sono passati 3 anni di crisi costante dal 2008 ma il modello sociale di riferimento e sempre lo stesso e un contesto sociale profondamente cambiato fatto di mancanza di equità e profonde diseguaglianze ricco globale e povero globale con meno tutele.Come se dopo un bel sogno ci risvegliassimo nella dura realtà: la Festa e finita “Non per tutti” e rimane solo il conto da pagare “Non per tutti”.

 COMUNQUE TUTTI SPERANO

Che la soluzione arrivi dal alto delle alte sfere finanziarie che con un colpo di bacchetta magica “un po’ dolorosa” ci riportino al nostro sogno di benessere consumista .La storia insegna che tutte le sofferte conquiste sociali sono sempre partite dal basso, non ci sarà nessun salvatore che con un potente digestivo anche se un po’ amaro ci permetterà di tornare alla tavola imbandita, o se c’è non e per tutti, mentre il sapore amaro resta. Se la crisi e di sistema, forse sarebbe il caso di pensare a qualcosa di diverso reintroducendo nella nostra vita il senso le bene e progresso collettivo, ad una redistribuzione delle ricchezze per la stabilità sociale e la diffusione di una libera conoscenza di opinione pubblica e crescita culturale, in buona sostanza la riscoperta di un nuovo umanesimo che mette l’ essere umano al centro della società. Non credo che sia sufficiente ridurre le tutele sociali a aumentare le agevolazioni alle aziende per fare ripartire un esaurito modello sociale, che e finalizzato a se stesso lavorare per consumare, consumare per lavorare, c’è qualcuno ha pensato di aver scoperto il moto perpetuo??, ha dimenticavo nel lo stile di vita propinato oggi manca il pensare, riflettere su dove siamo e dove vogliamo andare. Collaborare ad un evoluzione nella quale possiamo portare tutti il nostro contributo, in qualche tribù sicuramente non “civilizzata” prima di prende una decisione si sente tutti poi il leder decide, vi sembra che oggi nella nostra civiltà accada questo? Non so se ti tempi sono maturi per il convincimento nella collettività della necessita di un cambio di rotta, di una cosa pero sono certo, quello che e stato nel passato non e più ripetibile per una miriade di ragioni che sicuramente saprete, quindi o saremo in grado di modificare il nostro presente per un mondo migliore o sarà il mondo a cambiare noi.

A.L.

fonte : ilfattaccio.org

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 6 dicembre 2011 in Signoraggio - Banche e N.W.O.

 

Tag: , , ,

Una risposta a “LA FESTA PER MOLTI E’ FINITA

  1. icittadiniprimaditutto

    6 dicembre 2011 at 08:37

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: