RSS

In prossimità di El Hierro,ora c’è anche il rischio radioattivo !!

05 Dic

PER MOLTO TEMPO

Era stato completamente dimenticato e ora improvvisamente, il vulcano di fronte a El Hierro non solo “fa le bolle” e le particelle di magma, ma torna a galla anche una vecchia questione. Un questione che questa volta non riguarda la vulcanologia, ma la discarica di rifiuti radioattivi che era stata creata nel settembre 1982 nell’ Atlantico.Un’eruzione vulcanica in prossimità di una fossa comune radioattiva?Dal 1967 al 1983, la zona mesoatlantica era stata utilizzata, a circa 1125 chilometri al largo delle coste della Galizia, come sito per lo stoccaggio dei rifiuti nucleari dei paesi OCSE. Il cargo olandese “Shelda Borg” vi soggiornò per sbarazzarsi del suo controverso carico in alto mare e in acque internazionali. Il carico era composto da barili riempiti di cemento, oltre 140.000 tonnellate di materiale radioattivo seppellito ad una profondità di 4.000 metri per trascorrevi il suo “eterno riposo”.Ma non soltanto in quella zona, anche nelle Azzorre a circa 20 chilometri al largo della costa di El Hierro. Quelle sostanze radioattive sono state classificate da “leggere” a “moderatamente importanti”.Gli attivisti di Greenpeace vogliono ora metterci al corrente della situazione. Prendendo in considerazione la pressione dell’acqua e il fatto che si tratta di acqua salata, avevano valutato la durata di vita dei barili in circa 50 anni. Nel 1993 era stato adottato con un accordo, a Londra, soltanto il divieto dello smaltimento permanente di materiale nucleare in mare…

 

 IL GOVERNATORE DELLE CANARIE

Ha ammesso che non sapeva nulla dei barili radioattivi. Stranamente invece, gli attivisti ambientali ricordano bene cosa è successo circa tre decenni fa e si chiedono quale impatto avranno i botti del vulcano sui fondali marini.. È chiaro, tuttavia, che è giunto il momento di avviare degli studi scientifici sulla condizione dei rifiuti nucleari sommersi. L’unico problema è che nessuno, neppure l’Agenzia internazionale dell’energia atomica (AIEA), si sente responsabile di questa brillante eredità. Speriamo che il sonno dell’umanità non venga bruscamente interrotto dalle forze della natura.

 

 

Fonte : http://www.kanarenexpress.com

Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 5 dicembre 2011 in Attualità

 

Tag: , ,

2 risposte a “In prossimità di El Hierro,ora c’è anche il rischio radioattivo !!

  1. icittadiniprimaditutto

    5 dicembre 2011 at 10:00

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

     
  2. Maiemi

    7 dicembre 2011 at 10:45

    Salve: sono un italiano che vive ad El Hierro e questo articolo sembra contenere parecchie imprecisioni.
    A noi residenti, che già abbiamo i nostri casini con il vulcanetto sottomarino a sud dell’isola in processo di formazione (piccoli terremoti tutti i giorni da Luglio, ed immaginatevi come si vive) mancava solo l’ipotesi di scorie nucleari stoccate in prossimità dell’isola, peraltro protetta da varie leggi spagnole ed internazionali in quanto dichiarata riserva della biosfera.
    Per fortuna leggendo l’articolo si nota che:
    – Si parla di stoccaggi in alto mare a 1125 Km dalla Galizia, El Hierro sta a più di 1800 (Le Azzorre, a cui forse si riferiva l’articolo, a circa 1550)
    – Si dice nell’articolo che El Hierro starebbe a venti km. dalle Azzorre: si sono sbagliati solo di circa 1460 Km!
    https://maps.google.com/maps/ms?msa=0&msid=209048317624458272009.0004b37d4060c53573754
    – Si parla anche del cargo olandese con il minaccioso nome di “Shelda Borg”, che avrebbe scaricato i rifiuti. Cercando con Google ho trovato esattamente tre riferimenti a questo nome: uno è a questo stesso articolo, e gli altri a due di siti che lo hanno copiato papale papale.
    In realtà, approfondendo, ho scoperto un cargo olandese si chiama “Schelde Borg” e che in effetti pare avesse in progetto di scaricare a fine Agosto dei rifiuti radioattivi nell’oceano di fronte alla Galizia, non a El Hierro. L’ultima notizia che ho trovato è che Greenpeace si stava opponendo: http://www.elpais.com/articulo/sociedad/GALICIA/HOLANDA/Barcos/holandeses/verteran/miercoles/residuos/nucleares/frente/costa/gallega/elpepisoc/19820822elpepisoc_5/Tes (in spagnolo)
    – Infine il sito che viene citato come fonte: http://www.kanarenexpress.com . E’ un sito di informazione in tedesco per i numerosi residenti canari che vengono dalla Germania.
    Mi son preso la briga spulciare i titoli con l’aiuto di Google Translate ed ho trovato l’originale, ma pare essere stato rimaneggiato nella versione italiana: http://www.kanarenexpress.com/1000003/1000004/0/34675/article_tf.html (in tedesco)
    Dice che sia l’Ufficio protezione nucleare tedesco sia l’OCSE hanno smentito la voce di depositi di scorie radioattive in prossimità di El Hierro, come invece sostenuto da un attivista di “Ecologistas en accion”, identificato nell’articolo solo come “Julian”, (non trovo riferimenti nel loro sito: http://www.ecologistasenaccion.org ) ma riporta anche le stesse imprecisioni dell’articolo in Italiano sulla presunta zona colpita.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: