RSS

MUSOS -RADAR DELLA DISCORDIA-

04 Dic

 NEL QUASI TOTALE SILENZIO DEI MEZZI DI INFORMAZIONE

A scrivere della “guerra” dei niscemesi contro il Muos (acronimo di Mobile User Obiective System), il sistema satellitare che  i militari Usa  vorrebbero realizzare all’interno della riserva naturale la Sughereta, che approda  al Tar di Palermo, ancora una volta è la giornalista del settimanale “centonove”, Alida Amico.Nei giorni scorsi la giunta comunale presieduta dal sindaco del Pd Giovanni Di Martino, ha  deliberato  di impugnare il provvedimento emesso lo scorso 16 giugno dall’Assessorato regionale al Territorio ed Ambiente, con cui la Regione  siciliana, autorizza  la installazione del contestatissimo sistema radar in contrada Ulmo, all’interno  della riserva naturale regionale (un’area protetta Sic, di interesse comunitario), a 2 chilometri dal centro abitato. E limitrofo  ai comuni di  Caltagirone, Gela, Acate.”L’assessorato, non avrebbe potuto scavalcare il Comune” insorge  il sindaco Di Martino.  “La legge, prevede  che la Regione può intervenire in via sostitutiva – spiega  il primo cittadino niscemese –  solo quando il Comune, che è l’ente che deve esprimersi sulla valutazione di impatto ambientale, è inerte e non fa niente. Ma il Comune di Niscemi, ha invece espresso il parere negativo”…A dare l’ok,  lo scorso fine giugno, l’Assessorato regionale Territorio ed Ambiente, che ha notificato al  Comune il parere favorevole, alla installazione delle antenne Muos, nei boschi di lecci e sugherete millenarie…Il ricercatore Massimo Coraddu, dell’Istituto nazionale  di fisica nucleare (Infn) di Cagliari, è venuto a “smontare”  pezzo per pezzo, le tesi pro Muos degli americani. Per lui, la  valutazione di impatto ambientale del sistema di telecomunicazione satellitare, è “gravemente carente e inadeguata”. E non consente, in alcun modo, di valutare la “gravità dei problemi ed i rischi legati alla sua installazione”. Coraddu, ha messo in guardia anche  sui rischi per la popolazione..

 

 ANALOGHE CONCLUSIONI ALLARMANTI

Per le “ricadute negative sulla fauna”, ricorrono anche nella relazione tecnica, consegnata dai 3 docenti della facoltà di Agraria di  Palermo, al Comune di Niscemi.Intanto, per il paventato impatto negativo delle onde elettromagnetiche sulla salute, i 10 mila niscemesi, sono scesi più volte in piazza, per gridare  la loro contrarietà  al “mostro” satellitare. Non li ha rassicurati, neanche il discorso favorevole  al  Muos, che il governatore Raffaele  Lombardo, è  venuto a fare di  persona,  lo scorso marzo in consiglio comunale (lui nel 2009, aveva espresso a Berlusconi un “no” cubitale)…L’impianto, costituito da ben  4 stazioni a terra, sparse in tutto  il mondo  – le prime 3 nelle zone desertiche delle Haway, Virginia e dell’Australia – in forza di un accordo sottoscritto tra gli anni 2001-2006 con il governo italiano, sarà impiantato nel centro della  Sicilia. Laddove già opera dal 1991, con 41 antenne, una stazione di telecomunicazioni della Marina statunitense. Le gigantesche parabole del Muos (alte 149 metri, diametro 18 e frequenze fino a 380 Mhz),  inizialmente erano destinate a Sigonella.  Ma la vicinanza con l’aeroporto civile – ed il rischio di detonazione delle armi presenti nella vicina  base Nato – ne sconsigliarono  l’ubicazione. ”A due passi da qui, sta aprendo l’aeroporto civile  di Comiso – rileva intanto  il capogruppo del Pd alla Provincia, il niscemese Alfonso Cirrone Cipolla – vorrei allora capire, come mai nessuno si preoccupa dei motivi di sicurezza, visto che sorgerà poco distante  il    Muos”…  Nella “patria” dell’ex Assessore regionale del Mpa, Rossana Interlandi, il partito di Lombardo….prende le distanze dal governatore. E si schiera, insieme al sindaco del Pd Di Martino, contro la installazione del Muos…Per i maligni, i  “lombardiani” niscemesi – più volte sollecitati ad entrare in giunta dal sindaco Di Martino – starebbero invece puntando, a tendergli la “trappola”: togliergli la fiducia un mese prima del voto (previsto per l’anno prossimo) e poi mandarlo a casa. Alla poltrona del Palazzo di città, i lombardiani gli contrapporrebbero la candidatura dell’attuale capogruppo dell’Mpa alla Provincia, Francesco La Rosa. Il quale,  nel frattempo, per tenersi stretti  i consensi dei niscemesi, non  esita a mollare il suo leader Lombardo,   schierandosi  contro il Muos…Insomma, non crede neanche lui, alle affermazioni del governatore, che nei mesi scorsi è venuto a dire ai niscemesi che il Muos  è “sicuro al mille per mille”…Un’altra battaglia che vede da una parte i cittadini, e dall’altra i piani alti della politica, i poteri forti e gli americani che senza il Muos di Niscemi, dovrebbero rinunciare ad un progetto inerente aspetti di sicurezza militare per l’ammontare  di miliardi di dollari.Precedenti articoli della giornalista Alida Amico sul Muos di Niscemi, pubblicati su questo giornale, erano stati riportati da siti web americani, dove avevano dato luogo a dibattiti articolati nei quali veniva esplicitamente dichiarata la necessità degli USA di realizzare l’impianto radar.Potranno poche migliaia di cittadini e qualche giornalista che coraggiosamente ne scrive, ostacolare o impedire la realizzazione di un’opera considerata tanto importante dai vertici delle forze armate statunitensi?

 

http://www.lavalledeitempli.net

Redatto da Pjmanc:  http://ilfattaccio.org

Annunci
 
1 Commento

Pubblicato da su 4 dicembre 2011 in Attualità, News

 

Tag: , ,

Una risposta a “MUSOS -RADAR DELLA DISCORDIA-

  1. icittadiniprimaditutto

    4 dicembre 2011 at 14:19

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: