RSS

I danni dello zucchero e gli interessi delle multinazionali

25 Set

DA ANNI SI LEGGE IN MOLTI LIBRI DI MEDICINA NATURALE

che lo zucchero è come una droga dolce ma pericolosa per l’organismo. Spesso si crede che per lo zucchero di canna tale verità non sia valida, ma il cosiddetto zucchero di canna molto spesso è lo stesso zucchero bianco colorato con melassa (si salva forse il mascobado e qualche altro zucchero del commercio equo e solidale).In questo articolo ci stiamo ovviamente riferendo allo zucchero raffinato artificialmente dalla canna o dalla barbabietola, e non agli zuccheri presenti all’interno di altri alimenti completi come il fruttosio della frutta o il lattosio del latte)È difficile credere che lo zucchero possa essere dannoso perché tale sostanza è entrata nella nostra dieta in modo tanto profondo che una buona metà dei cibi confezionati che si trovano in commercio nè risulta “contaminato”

L’ASSUNZIONE DI ZUCCHERO RAFFINATO SOTTRAE VITAMINA C

all’organismo come fanno le sigarette, uccidealcuni batteri simbionti che nel nostro organismo producono vitamine del complesso B e altera il ciclo di regolazione glicemica. Il pancreas reagisce allo zucchero puro con una ipersecrezione di insulina, cui segue da una parte una ipoglicemia, dall’altra a lungo andare il surplus di lavoro del pancreas puo’ portare al diabete.L’assunzione di zucchero inoltre causa sonnolenza post pranzo, altera il metabolismo e influisce sugli ormoni,decalcifica le ossa e può portare alle carie dentarie. Anche l’aumento dei casi di cancro è correlato all’assunzione sempre più elevata di zucchero nella società dei consumi, dove anche nell’alimentazione l’apparire (il gusto artificialmente dolce) è molto più importante dell’essere (la valenza nutritiva e la purezza del cibo).

I POPOLI CHE  NON CONOSCONO ANCORA LO ZUCCHERO NON CONOSCONO NEMMENO IL CANCRO

Il più basso livello di casi di cancro si è registrato in Olanda due anni dopo l’occupazione nazista, quando zucchero e caffè erano quasi scomparsi dalla tavola: tutti gli studi sulla prevenzione e la cura naturale del cancro (regolazione alimentare e metabolica) confermano che più si mangia zucchero e più si rischia di sviluppare il tumore.Ci sono inoltre studi che dimostrano il legame fra zucchero e ulcera, fra zucchero e malesseri psicologici, fra zucchero e.allergia…la situazione è grave: sia per gli effetti che per l’assordante silenzio di chi dovrebbe tutelare la salute dei cittadini.

SI SA LA SALUTE NON GENERA BUSINES

la prevenzione primaria non genera mercato, la malattia dà da mangiare a tutto il sistema sanitario, come diceva un medico egizio 3.500 anni fa (riferendosi ovviamente alla classe benestante che lui curava) “un quarto di ciò che mangiamo serve per nutrire il corpo, il restante per nutrirei medici”.


E’ PER QUESTO CHE NELLE UNIVERSITA’

di medicina di tutto il mondo non si studia quasi per niente l’influenza dell’alimentazione sul benessere dell’individuo e il modo di mantenere la salute con la prevenzioneprimaria (corretto stile di vita) mentre si punta sulla ben più costosa (e redditizia) prevenzione secondaria (test di laboratorio poco affidabili e a volte pericolosi, radiografie cancerogene etc.). Quei medici (come Mendelson e Kousmine) che denunciano questa squallida realtà sono ovviamente una stretta minoranza; per questo di tutto ciò che è descritto in queste righe difficilmente si trove traccia nei consueti manuali universitari.


fonte:http://www.stragulp.com/articoli/salute_e_benessere

Redatto da Pjmanc  http:/ ilfattaccio.org

Annunci
 
24 commenti

Pubblicato da su 25 settembre 2011 in Multinazionali

 

Tag: , ,

24 risposte a “I danni dello zucchero e gli interessi delle multinazionali

  1. lisboantigua

    26 settembre 2011 at 16:50

    informazioni sempre utili ma…non toglietemi un po’ di zucchero!

     
  2. shanti

    18 ottobre 2011 at 10:20

    ma come si fa a distinguere lo zucchero bianco colorato da quello di canna? bisognerebbe quantomeno conoscere le marche ..

     
    • Luca Ciminelli

      3 febbraio 2012 at 09:23

      In teoria, vorrei ben sperare che sia scritto sull’etichetta.

       
    • Manu

      8 marzo 2012 at 08:24

      Stavo per chiederlo io stesso…specie dopo che settimana scorsa ho comprato per la prima volta un kg di zucchero di canna, mai acquistato prima d’ora…

       
    • Alvyn

      14 luglio 2012 at 10:10

      anche lo zucchero di canna e’ dannoso! come quello bianco…

       
  3. A

    3 febbraio 2012 at 09:13

    non mangiate zucchero, non procreate… distruggiamola sta razza umana!

     
  4. Elio999

    3 febbraio 2012 at 09:47

    E allora, visto che mi piace “dolce”… la Stevia potrebbe essere un’alternativa?

     
    • pjmanc

      3 febbraio 2012 at 10:03

      Si Un ottima ALTERNATIVA !!

       
    • Aurora

      25 luglio 2012 at 10:19

      NO, la Stevia ha un gusto davvero pessimo!!! Sarà naturale, ma è immangiabile secondo me. A questo punto meglio uno zucchero di canna (vero) equo-solidale, come il Mascobado nominato anche nell’articolo: è molto buono e si vede che è diverso perchè ha una consistenza farinosa e non in granelli come lo zucchero raffinato. Lo trovate da Altromercato 🙂

       
  5. dany

    3 febbraio 2012 at 12:50

    lo zucchero e fa male il latte e fa male e la carne fa male e le verdure piene di pesticidi e fa male ,ma che cazzo dobbiamo mangiare.

     
  6. Elio999

    3 febbraio 2012 at 14:28

    Non capisco la ragione che spinge le aziende a manipolare lo zucchero di canna per farne un prodotto “morto” e dannoso, quando si potrebbe lasciarlo così comè risparmiando tempo e danaro. Lo zucchero tipo mascobado (che io compro) è distribuito da commercio equo e solidale ed è prodotto in modo artigianale, oltre che essere più buono nel gusto.
    Premesso quanto sopra, credo che se la nostra salute dipendesse davvero solo da ciò che mangiamo l’umanità sarebbe estinta da un bel pò… se valutiamo dal punto di vista igienico il medio evo era una pattumiera a cielo aperto e così via. Secondo me per mantenere in vita un organismo ci sono molteplici fattori che non sempre si vedono e di questo la scienza comincia a prenderne atto. Contano, tra l’altro, l’ambiente vibrazionale in cui si vive, le emozioni che ci attanagliano (rendono più o meno debole il sistema immunitario), l’attività fisica, l’avere una fede (non parlo di quella religiosa per definizione) che ci faccia superare momenti difficili, i progetti che facciamo ogni giorno, la capacità di amare e tanto tanto ancora… ridurre tutti noi a macchine che vanno a “cibo masticato” è miserabile.

     
    • gianluca

      8 marzo 2012 at 10:45

      fantastico..approvo elio999

       
    • rosy

      29 ottobre 2012 at 23:45

      quanta verita’ nelle sue parole …. mi piace….

       
  7. marie

    10 marzo 2012 at 09:17

    da quando ho eliminato lo zucchero mi sento decisamente meglio…!!

     
  8. maia

    29 marzo 2012 at 11:46

    io non riesco a fare a meno di cose dolci, mi sneto triste e debole senza.ma ho sostituito lo zucchero col fruttosio semplicemente pensando che fosse piu naturale.Comunque a quanto pare fa male tutto…la carne no, il pesce è inquinato, le verdure hanno la diossina,il latte fa malissimo…a un certo punto che dobbiamo fare? morire di fame?!

     
    • Elio999

      2 aprile 2012 at 08:33

      Ma neanche io riesco a fare a meno totalmente delle cose dolci (a fine pranzo cerco qualsiasi cosa che mi lasci il dolce in bocca), ma si può fare in modo che prevalga il buon senso… usa lo zucchero naturale (tipo mascobado, che lo vendono anche alla coop o al commercio equo). Magari al bar una concessione si può fare, nessuno è mai morto col cornetto in mano! La carne la evito e ne faccio a meno anche se i “fantasmi” del gusto (tipo salame, hamburger) ogni tanto appaiono. Ormai sono tanti anni che sono vegetariano, ma se per caso mi trovo nel piatto che mi servono un pezzettino di carne o pesce, non chiamo l’esorcista! Il latte ed i latticini non ammazzano, ma se ti controlli un pò fa bene anche alla linea. Un abbraccio e vivi col sorriso (la migliore medicina), noi siamo quello che sentiamo nel cuore.

       
  9. vale

    10 aprile 2012 at 16:28

    Il miele quindi va bene!?

     
    • pjmanc

      10 aprile 2012 at 16:48

      Si Benissimo!!

       
    • giovanni

      20 luglio 2012 at 09:50

      certamente vale, io lo uso con la frutta a fine prenzo, frutta a pezzetti anche di vario tipo(nn tanto se no e macedonia) e una spruzzata di miele d’acacia che non altera il apore della frutta, e così metti energia e un fine piatto coi fiocchi.

       
  10. Guido

    19 aprile 2012 at 19:37

    PJMANC GRAZIE DI CUORE PER LA TUA LOTTA CONTRO LA DISINFORMAZIONE, I PREGIUDIZI E LE MULTINAZIONALI!! Leggo tutti i tuoi articoli e ritengo siano veramente ottimi. è anche sapere che ci sono persone come te che mi da la forza di alzarmi la mattina, di lottare contro i pregiudizi, di sopportare la gente e di inseguire i miei sogni! CONTINUA COSì!! 🙂

     
  11. sara

    21 luglio 2012 at 17:18

    Elio 999 non capisci la ragione’?…soldi…profitto…denaro….semplice..

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: